Principale Arte, Cultura & Società Ruodlieb : il più antico romanzo tedesco medievale

Ruodlieb : il più antico romanzo tedesco medievale

Databile alla metà dell’XI secolo, il Ruodlieb è incentrato sulle avventure dell’omonimo cavaliere. Condannato ad un lungo esilio, posto al servizio di un monarca straniero, il nostro protagonista emerge per l’indole coraggiosa in una guerra vittoriosa.

Per compiacere la madre, il prode abbandonerà il suo re il quale gli fornirà dodici consigli e due pani da tagliare alla sola presenza della genitrice. Imbarcatosi in un lungo viaggio, tra gioie e disavventure, sulla via del ritorno a casa,  il guerriero aiuterà il nipote nella ricerca di una fidanzata.

La scelta ricadrà sulla figlia di una nobildonna con cui il parente giocherà piacevolmente a scacchi. Benedetta la sua unione in matrimonio, tornato alla paterna magione, toccherà a Ruodlieb trovare una degna compagna, combattendo altre avventure, affrontando nuove sfide.

Del manoscritto autografo, proveniente dall’abbazia benedettina di Tegernsee, comune tedesco situato nel land della Baviera, ci sono pervenuti circa 2.000 versi attraverso i quali è stato possibile tratteggiarne la trama caratterizzata da varie influenze.

Il Ruodlieb, infatti, risente dell’epopea germanica, del cerimoniale bizantino e della cornice orientale. L’opera è in esametri condizionati dalla rima leonina.

Nonostante lo stato frammentario e la trama complessa, evidenzia tono unitario nella descrizione degli eventi scevri da intenti moralizzatori o didattici.

Benché l’autore dimostri maturità e profonda conoscenza nella descrizione del mondo, si dimostra poco talentuoso: il suo stile è scolorito e incerto proprio come il latino utilizzato.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.