Principale Arte, Cultura & Società Magna Grecia e Nuova Scuola Pitagorica: Valori Etici nell’era digitale 

Magna Grecia e Nuova Scuola Pitagorica: Valori Etici nell’era digitale 

Editoriale

di Antonino Giannone^

Le origini dell’Italia, in particolare della Magna Grecia, come tanti altri eventi storici, spesso, non sono studiati e così gran parte delle più giovani generazioni (Millennials- Zeta- Alfa) ignorano i valori fondanti della storia del nostro Paese.

Con questa nota vogliamo richiamare all’attenzione dei lettori, alcune informazioni sulla Magna Grecia.  Le origine della Magna Grecia si fanno risalire al VIII secolo quando  iniziò  l’espansione greca verso occidente, toccando le coste del Mediterraneo, interessando, in particolare le regioni di Basilicata, Calabria,  Campania  Puglia e Sicilia.

La Magna Grecia prese il nome dell’Italia di allora, fondata da Italo nella terra del Golfo di Squillace, abitata dai Lacini.  Nel VIII Secolo a.C. tra le fiumare di Gerace e Portigliola i coloni greci fondarono una tra le più importanti polis della Magna Grecia che prese il nome di Locri Epizefiri.

Inoltre, ricordiamo che la prima polis non greca a primeggiare negli agoni panellenici e alle olimpiadi fu l’antica Crotone (Kroton), sede della prima scuola medica scientifica del mondo antico, con Alcmeone e poi Democede.

Quindi non fu un caso l’arrivo a Crotone di Pitagora perché a Crotone vi era uno stile di vita diverso dal resto del Mediterraneo, era diffusa la libertà, la condivisione tra le persone, la pari dignità della donna.

Valori millenari che grazie a Italo, fondatore della “Prima Italia, erano ormai penetrati nell’etica e nelle consuetudini dei cittadini non solo di Crotone, ma anche della Calabria di quel tempo.

In questo territorio, alcuni anni fa, ha preso avvio l’iniziativa della Nuova Scuola Pitagorica, grazie al suo ispiratore e fondatoreSalvatore  Mongiardo, una bella persona di grande cultura, studioso e amante della sua terra: la Calabria. Mongiardo propone la Civiltà Sissiziale: la Terra come Casa Comune di tutti i Viventi, uomini e animali e la fine di ogni uccisione.

Dopo le interruzioni a causa dei lokdown della pandemia del Covid, la Nuova Scuola Pitagorica ha attivato un programma di promozione culturale dei valori etici, secondo la dottrina del grande  matematico e filosofo Pitagora, basata sui cinque principi: libertà, amicizia, comunità di vita e di beni, dignità della donna e vegetarismo della Magna Grecia.

Si tratta di valori etici che condividiamo, unitamente all’impegno dell’Amico Salvatore Mongiardo per gli obiettivi  di un’alta Formazione Etica per le generazioni della nuova classe dirigente non solo della Calabria, ma anche delle altre Regioni dell’antica Magna Grecia.

In questi ultimi giorni, la Nuova Scuola Pitagorica ha conferito l’alto riconoscimento di suo Ambasciatore nel Mondo all’illustre: Prof. GIUSEPPE  NISTICÒ che ha recentemente ottenuto l’approvazione per la creazione del  RENATO DULBECCO INSTITUTE a Lamezia Terme.

La cerimonia di conferimento dell’attestato di Ambasciatore nel Mondo della Nuova Scuola Pitagorica si e’ svolta nella CITTADELLA REGIONE CALABRIA e vi  hanno  partecipato:

Vicepresidente Regione Calabria Giusi Princi, Salvatore Mongiardo, Premio Nobel Prof. Aaron Chiechanover, Presidente Emerito Prof. Giuseppe Nisticò, Marco Tricoli, prof. Eugenio Gaudio, Mimmo Monizzi.

Quindi, oggi, da queste pagine, unitamente alla Direzione del Corriere Nazionale, esprimo le più vive congratulazioni all’illustre meridionale e amico Pino Nisticò che tanto bene rappresenta la cultura della Calabria che ha radici nell’antica Magna Grecia di Pitagora. 

^ Prof. Leadership and Ethics, Editorialista del Corriere Nazionale   

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.