Principale Arte, Cultura & Società “Di fronte alla bellezza, la tristezza perde”

“Di fronte alla bellezza, la tristezza perde”

“Di fronte alla bellezza, la tristezza perde”

di Evelyn Zappimbulso 
Ritorna ad affascinare con il suo bagaglio di esperienza e professionalità il prof. Paolo Crepet, ieri sera ospite allo Yachting di San Vito.

Una serata frizzante e piacevole. Serpenteggiava silenzio e ascolto ieri tra la numerosa e matura platea.

“L’amicizia è come una pianta grassa: non devi darle troppa acqua”, soffia nel microfono lo psichiatra padovano che solletica all’accettazione del dolore, sale della vita vissuta con coraggio.

“Il dolore forgia i miti. La vita è dolore è fatica. Non ho mai conosciuto qualcuno che non ha avuto dolore e che poi sia diventato un mito”. Queste le riflessioni di Crepet che, ad una domanda provocatoria di una ascoltatrice, che gli ha chiesto come mai ci sia tanta “sfiga” dietro i suoi ben oltre 40 testi pubblicati, risponde invitando alla meraviglia della anormalità, del disagio e della diversità. Perché la vita deve essere un terremoto, la calma piatta di chi ha fatto tutto per bene, senza traumi e separazioni porta noia.

“Nessun navigante vuole la bonaccia.” E nonostante ciò: “Il futuro è quello che vogliamo, mai ciò che vogliono gli altri per noi.”

Insomma, se non fosse che i suoi sermoni non corrispondano alla sua impalcatura di figlio, uomo, marito e medico, al netto dei dolori che tutti gli esseri viventi attraversano, gli si crederebbe davvero. Sicuramente “di fronte alla bellezza, la tristezza perde”, ma devi avere gli occhi per vederla e apprezzarla e soprattutto devi averne occasioni concrete.

La vita vera è altro e la vera bellezza è assaporare l’alba di un giorno nuovo credendo che i frutti manuterranno nonostante l’arsura dell’umanità.

Caro Paolo, aggiungerei che tu non hai detto di “no al padre per seguire un sogno”. Chi l’ha fatto davvero è un eroe, soprattutto perché non ha palcoscenici su cui sventolare vittorie di applausi di perfetti conosciuti.

E non è una bestemmia.

Evelyn Zappimbulso Vice Direttore Corrierepl.it

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.