Negroamaro, orgoglio dell’enologia pugliese a portata di click

Negroamaro, orgoglio dell’enologia pugliese a portata di click

I vignaioli del sud Italia sono da sempre produttori affidabili di vini rossi coraggiosi commercializzati a prezzi inferiori rispetto ai loro pari del nord.

Si tratta di vini ottenuti da vitigni come Negroamaro, Nero d’Avola ed Aglianico i cui nomi rimandano alle loro caratteristiche di uve scure di colore, agrodolci e inebrianti.

Questi vini hanno un fedele seguito non solo dalle nostre parti ma anche in altri paesi come nel Regno Unito, dove si stanno creando una fama per la loro capacità di trasmettere un po’ del caldo e della passione del Mediterraneo.

Il vitigno Negroamaro è un’uva a bacca nera particolarmente diffusa in Puglia. I vini prodotti con quest’uva tendono ad un intenso rosso rubino in età giovane, che sfuma verso un rosso più scuro dopo un paio di anni. I loro aromi sono eleganti ed il vino Negromaro giovane mostra tipicamente note di ciliegie, frutti di bosco, tabacco e liquirizia. Con un po’ di età, i vini si arricchiscono di altri aromi come pepe nero, prugne secche e alcune note erbacee.

Al palato, il vino Negroamaro può dare sfoggio di un carattere terroso, con qualche spezia e occasionalmente un finale intensamente tannico.

L’uva Negroamaro è arrivata in Puglia almeno 2.000 anni fa portata dai Greci mentre le ipotesi sulle origini del nome sono da legare al colore particolarmente scuro dell’uva ed al suo elevato contenuto di tannini.

Una piccolissima quantità di uva Negroamaro viene coltivata in California e in Australia, ma per la maggior parte quest’uva è associata esclusivamente alla Puglia dove viene coltivata su di una superficie complessiva di circa 12.000 ettari.

Con l’uva Negroamaro si producono sia vini rossi che rosati, alcuni dei quali monovitigno e moltissimi blend. Il Negroamaro è spesso abbinato ad altre uve autoctone pugliesi come Malvasia Nera, Susumaniello o Primitivo.

L’alto grado alcolico e il tannino marcato del Negroamaro aggiungono struttura a vini che altrimenti sarebbero piuttosto leggeri e sbiaditi.

Presente in tutta la Puglia, il vitigno Negroamaro trova le sue condizioni ideali di crescita nel Salento. Dalle province di Lecce e Brindisi provengono quelli che vengono considerati i migliori esemplari di vino Negroamaro.

Il clima è tipicamente mediterraneo, molto caldo, con precipitazioni limitate, un ambiente ideale per coltivare quest’uva rustica, resistente alla siccità e dalla buona produzione.

Il Negroamaro è utilizzato per produrre numerosi vini a Denominazione di Origine Controllata (DOC) e Indicazione Geografica Tipica (IGT).

Il più conosciuto è probabilmente il Salice Salentino DOC, ma il Negroamaro è la colonna portante anche dei vini Copertino DOC, Brindisi DOC , Squinzano DOC, Leverano DOC e Terra d’Otranto DOC, oltre al Negroamaro IGT Puglia ed al Negroamaro IGT Salento. Alcuni abbinamenti gastronomici classici dei vini Negroamaro sono lo stinco di maiale al forno, la bistecca di cavallo, l’agnello e le polpette al ragù.

Il Negroamaro rosato in particolare viene considerato un vino a tutto pasto per la sua facilità di abbinamento.

Leone de Castris è un produttore pugliese particolarmente importante ed il suo Negroamaro Rosé Five Roses è stato il primo vino rosato imbottigliato in Italia in assoluto nel lontano 1943.

Negli ultimi tempi in Salento è aumentata anche la produzione di vini spumanti rosé ed è per questo che alcuni produttori della regione stanno proponendo che in questo 2021 si inizi a discutere di una disciplinare per la produzione di spumante da uve Negroamaro.

Dove trovare dunque un buon vino Negroamaro per lasciarsi deliziare il palato da questo vino pugliese e accompagnare una cena estiva? Il motore di ricerca Trovino è la piattaforma ideale dato che riunisce in un unico portale oltre 300 bottiglie di Negroamaro, mettendo a confronto i prezzi e le proposte di decine di cantine ed enoteche online.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *