Cultura & Società Bottega Finzioni corso per parolieri

Bottega Finzioni corso per parolieri

Bottega Finzioni

Iscrizioni aperte al nuovo corso per parolieri organizzato da Fondazione bottega finzioni (Bologna)

Un percorso formativo innovativo per diventare autore di testi musicali

 Fondazione Bottega Finzioni

La Fondazione non si ferma e amplia la già ricca proposta formativa con un nuovo corso a mercato, innovativo nel suo genere, per diventare paroliere ed autore di testi musicali.

Questo corso vuole affiancare agli aspiranti autori di canzoni, alcuni dei nomi più rappresentativi della canzone italiana, come ad esempio

Alberto Cazzola, Federico Poggipollini, Massimo Zamboni, Cimini, Emidio Clementi e il Maestro d’Area Pierfrancesco Pacoda,

per imparare insieme a fare di una successione di parole un racconto in musica.

I partecipanti vivranno immersi nel mondo della musica raccontato attraverso i suoi principali aspetti professionali

Impareranno a scrivere canzoni, giocare con le parole, creare un testo che sposi perfettamente la musica.

Il corso per parolieri e autori di testi musicali conferma l’elevata qualità dei progetti formativi che Bottega Finzioni, con sede a Bologna, propone da oltre 10 anni.

I docenti

Alberto Cazzola, uno dei componenti del noto gruppo Lo Stato Sociale, la band che, partita dall’undergroundbolognese, ha conquistato Sanremo ed è una delle realtà indipendenti di maggior successo in Italia;

Federico Poggipollini, autore, cantante e uno dei chitarristi di maggior talento della scena rock italiana, noto per aver legato il suo nome con alcuni dei personaggi più importanti della musica nazionale come Ligabue, Piero Pelù, Morgan e Max Gazzè;

Massimo Zamboni, cantautore italiano e fondatore insieme a Giovanni Lindo Ferrettidei CCCP, band storica della musica italiana.

È considerato uno dei padri del punk rock e del rock alternativo italiani.

Cimini, artista tra i più amati della nuova canzone d’autore italiana, prodotto dall’etichetta Garrincha Dischide Lo Stato sociale.

Emidio Clementi, musicista e scrittore, leader dei Massimo Volume, è uno degli artisti più rappresentativi del rock undergroundesploso in Italia negli anni Novanta.

Pierfrancesco Pacoda, Maestro d’Area del corso, è giornalista, critico musicale e saggista.

Ha curato la comunicazione di artisti come Extraliscioe Canzoniere Grecanico Salentino ed è co-curatore del Master dell’Università di Bologna in produzione e promozione musicale.

Incontri con esperti del settore

Saranno inoltre organizzati alcuni incontri con alcuni esperti del settore come Massimo Benini (consulente di diritti musicali – Edizioni Music Market), Janna Carioli (cantautrice, scrittrice e autrice televisiva),

Alessandro Ceccarelli (Senior Agent di BPM Concerti), Giacomo Fiorenza (Label Manager di 42 Records), Raffaella Pellegrino (Avvocato).

Tra i temi affrontati dal corso: la canzone tra consumo di massa e messaggio, critica sociale e leggerezza nella canzone pop, l’esaltazione della parola tra pop e letteratura, scrivere rock – la melodia e la cultura pop elettrica inglese, la melodia e il paesaggio nella canzone pop, la professione dell’autore di canzoni.

Le iscrizioni del corso sono aperte dal 14 giugno al 14 luglio 2021.

Per iscriversi e per avere maggiori informazioni si rimanda al seguente link: https://www.bottegafinzioni.it/it/?id=corso_per_parolieri

Rispetto alle altre scuole di scrittura, Bottega Finzioni si distingue per il metodo di insegnamento che permette agli allievi di imparare non solo a narrare

Ma anche a servirsi delle parole per creare narrazioni sempre nuove, coinvolgenti ed efficaci.

Il modello estero – nello specifico quello anglosassone della writers’ room – è un esempio importante di come raccontare possa significare raggiungere uno scopo che giovi ad entrambe la parti, quella narrante e quella protagonista.

La classe, infatti, diventa laboratorio in cui i docenti e gli allievi sviluppano insieme idee e spunti che, lungo il percorso didattico, si concretizzano, si perfezionano, si ottimizzano.

Ed è proprio questa la forza di Bottega Finzioni: le idee, le storie, i progetti che nascono assieme ai corsisti diventano prodotti di successo.

Bottega Finzioni mette al centro la meritocrazia: i partecipanti del corso saranno, infatti, selezionati in base al loro talento e alle reali capacità.

Articolo precedenteLe sculture in marmo di Nairy Baghramian per Furla Series
Articolo successivoPnrr, la grande occasione verde per il sud: incontro venerdì 18 ad Acquaviva delle Fonti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui