Principale Cronaca Pulsano (Ta) – Di Lena «Uno spot elettorale» il consiglio dei ragazzi

Pulsano (Ta) – Di Lena «Uno spot elettorale» il consiglio dei ragazzi

Uno spot elettorale

Uno spot elettorale a due anni dalle elezioni” sbotta Il Consigliere Comunale di opposizione del gruppo consiliare “Pulsano Adesso”.

“Ad inizio mandato il progetto era credibile, a metà mandato non lo è.

E’ uno spot elettorale”, il consigliere Angelo Di Lena così commenta riferendosi al consiglio comunale dei ragazzi, iniziativa voluta e proposta dall’amministrazione alle scuole medie e quinte elementari che dovrebbe avere il suo inizio per l’anno scolastico prossimo 2021-2022.

Ecco tutti i punti dai quali Di Lena ha fatto scaturire tutta la sua perplessità.

“Non vorrei che i progetti vengano influenzati da genitori apprensivi o da adulti non inseriti all’interno della scuola e non dai ragazzi.

Penso che un consiglio come questo debba puntare sulle loro capacità di riunirsi o di leadership e quindi i progetti li tirerai via”, dichiara il consigliere del gruppo consiliare “Pulsano Adesso” Angelo Di Lena  .

Il rischio che i ragazzi vengano “pilotati” è altissimo .

Altro dubbio è stato espresso anche dalla Consigliera di “Forza Italia” Lippolis membro della commissione pubblica istruzione riguardo le possibili divisioni ideologiche già in età scolastica con la composizione di 2 liste .

Il Consigliere Di Lena incalza, dopo essersi astenuto nella commissione odierna:

“Mi preoccupa il fine che va oltre la propaganda, ma che si voglia far crescere degli appartenenti politici.

E’ un altro modo per carpire voti”.

La necessità e l’utilità del “giovane” consiglio vengono messe in crisi.

Nel regolamento c’è un vuoto normativo su come scegliere la classe dirigente e soprattutto chi la sceglie”.
“In altri comuni è stato fallimentare”, prosegue Di Lena .

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

“A Pulsano serve ben altro.

Far capire prima di tutto alle istituzioni che quando si fanno iniziative nel mondo scolastico , e non solo,  serve il rispetto facendo ascoltare agli alunni le idee della maggioranza e quelle delle minoranze , garbo istituzionale che ad oggi manca del tutto .

L’Assessore con delega alla pubblica istruzione, prima di portare avanti questo regolamento avrebbe dovuto prima parlarne con i consiglieri comunali con spirito inclusivo , non con una finta condivisione

Qualcuno, che inizialmente era felice per questa idea,  è ovvio che poi. dopo aver letto il regolamento, cambia idea.

Angelo Di Lena , Consigliere Comunale di opposizione del Gruppo consiliare “Pulsano Adesso”, Presidente della 4^Commissione servizi sociali e pubblica istruzione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.