Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli Piña Colada stile selvaggio della nuova promessa urban video

Piña Colada stile selvaggio della nuova promessa urban video

Piña Colada

 Esce il videoclip di “Piña Colada” il nuovo travolgente singolo di Charles Muda.

Piña Colada realizzato da Edit One, in pochi minuti di girato ci si immerge completamente nell’immaginario della giovane promessa urban: sporca, caotica, originale. 

Tra scenari bucolici, matrone autoritarie, bagni nelle mangiatoie, un Charles Muda spigliato e selvaggio sciorina il suo flow con una voce roca e metallica. 

Piña Colada” è un brano scritto e prodotto da Muda, che parte dal rap per puntare al pop creando surrogato urban ruvido e vivace.

La voce roca di Charles Muda si destreggia su un beat aggressivo e un intreccio di fiati: clarinetti tzigani che realizzano melodie scherzose, un sax tenebroso a mo’ di basso, per arrivare al ritornello piccante con un’intera sessione di fiati dal piglio salsa.

A questo si uniscono mandolini e chitarre che contribuiscono alla riuscita di un brano ibrido e uno stile unico di un talento che scrive, produce e canta tutto il suo repertorio

Guarda Il Video “Piña Colada”: https://youtu.be/cWiHH9jrJK4

er Charles Muda:
«
La Piña Colada rappresenta la leggerezza nei rapporti personali e il cercare di non prendersi troppo sul serio perché è un attimo cambiare punto di vista, come quando bevi qualche bicchiere di troppo.

In questi mesi in cui c’era tanto tempo per pensare a sè stessi, ho provato a mettere ordine alla mia vita. Ho demonizzato i miei vizi o le mie dipendenze ma poi mi sono chiesto: “perché devo farlo se non voglio farlo?”

A volte la nostra umanità coincide con i nostri difetti: l’importante è averli sott’occhio e imparare a gestirli. Credo che questa canzone abbia tirato fuori la parte più arrogante e sfacciata di me.»

Realizzato da: Editone Factory
Regia e Montaggio: Ludovico Canali De Rossi
DOP: Nicolò Ballante
Foto: Chiara Yan

BIOGRAFIA:

Charles Muda  è il nome d’arte di Carlo Barboni, un classe ’98 cresciuto in giornate assolate di Monteverde a Roma da genitori che passavano il loro tempo libero suonando o dipingendo. 

A 12 anni inizia a rappare e tra freestyle e scritte sui muri o sui vagoni dei treni. Intanto nella sua cameretta suona tanti strumenti e ascolta le grandi hit degli anni 2000. 

La musica è la sua libertà e per poterci convivere rischia quasi di mollare il liceo per dedicarsi alla finanza online e convertire i suoi ricavi in bitcoin.

Dopo aver preso il diploma il “Giovane Carlo” (questo è il significato di Charles Muda  in indonesiano) inizia a lavorare alle proprie produzioni.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.