La sconosciuta Aquila Arpia

La sconosciuta Aquila Arpia

Dalle dimensioni sorprendenti, l’Aquila Arpia raggiunge addirittura l’altezza di un essere umano.

Francesca Leoci

Abitante dell’immensa foresta pluviale, è forse ancora poco conosciuta l’Aquila Arpia, uno dei più grandi rapaci esistenti. In età adulta ha la capacità di ottenere dimensioni umane, per questo chi ha potuto godere della sua vista ha sospettato fosse davvero un essere umano travestito da aquila.

Il suo piumaggio tende al grigio mentre l’addome spicca di bianco, ma una particolare caratteristica è quella delle penne sulla testa quasi fossero orecchie; il suo sguardo penetrante diventa addirittura temibile. La sua dimensione raggiunge i due metri di lunghezza con un peso di circa 10 chili, sono animali longevi – possono vivere anche per 35 anni. Non c’è dubbio che la sua robustezza la renda un’ottima predatrice, tra le più pericolose! I lunghi artigli di 10 centimetri rendono facile la caccia di volatili e non, in una “legge del più forte” in cui la grande aq

Tuttavia questa particolare specie pare sia in via d’estinzione a causa dell’uomo, in particolare per la deforestazione che mette a rischio la salvaguardia di questo e di tanti altri animali. L’unica zona in cui è solito trovare l’aquila arpia comprende alcune zone dell’Amazzonia; nel mondo ne restano circa 50mila esemplari. L’IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) è un’organizzazione nata in Francia con l’obiettivo ad oggi di salvaguardare questa specie. “Influenzare, incoraggiare e assistere le società del mondo, al fine di conservare l’integrità e la diversità della natura e di assicurare che qualsiasi utilizzo delle risorse naturali sia equo ed ecologicamente sostenibile”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania


Francesca Leoci

Francesca Leoci