Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli AlterAzioni e Italo Calvino

AlterAzioni e Italo Calvino

La Professoressa Clelia Sguera ci descrive la 1a edizione del Festival Settembre in musica, concerti aperitivo “Sul filo della memoria” a cura dell’ Associazione AlterAzioni- Bisceglie, di cui è presidente, preannunciando il prossimo evento dedicato a Italo Calvino.

C.S.: L’Obiettivo era di animare tre domeniche del mese di Settembre con una proposta concertistica declinata tra Memoria e Musica. Dal 10 al 24 settembre, il Centro Storico di Bisceglie nella splendida cornice della Sala degli Specchi di Palazzo Tupputi, la sede scelta dalla nostra associazione per un festival che ha visto protagonisti concertisti internazionali e giovani talenti in formazione, nel nome della musica di qualità, con un’attenzione particolare rivolta al territorio, non solo attraverso la scelta di uno dei palazzi storici più prestigiosi della città, ma anche attraverso il ricordo di figure significative per la città di Bisceglie e per il suo circondario.

M.A.A.: Il tutto con il patrocinio del comune di Bisceglie?

C.S.: Il Festival è stato inserito nella programmazione dell’“Estate in blu 2023″, il cartellone degli eventi estivi della città di Bisceglie, organizzato dall’Assessorato alla Cultura e fortemente voluto dal Sindaco Avv. Angeloantonio Angarano e dalla Assessora alla Cultura Avv. Emilia Tota.

M.A.A.: Come è nata l’idea di un festival di concerti aperitivo, inedita proposta di rassegna concertistica per Bisceglie?

C.S.: L’idea nasce dal desiderio di diversificare la proposta artistica sul territorio di Bisceglie, valorizzando la città in tutti i suoi aspetti con eventi in orari insoliti per una generale promozione turistico-culturale della città, ma anche per favorire categorie di pubblico che, per età o condizioni, possono trovare nella collocazione mattutina una più adeguata risposta alle esigenze personali di spostamento, come per esempio il pubblico più anziano o il pubblico che proviene dai paesi limitrofi. Naturalmente il concerto diventa l’occasione per visitare la città, apprezzare i vicoli del centro storico, godere di una giornata piacevole tra arte, musica, gastronomia.

M.A.A.: Ripercorriamo i concerti che si sono susseguiti nel Festival.

C.S.: Il festival ha proposto tre concerti. Il giorno 10 settembre si è esibito il pianista jazz Francesco Miniaci, il 17 l’Ensemble di Archi AlterSinfonietta formata dai fondatori di AlterAzioni, con me Matteo Notarangelo e Donatella Milella, integrata da giovani studenti in formazione e diretta dal Maestro Vito Liturri, e, per la giornata conclusiva, esibizioni concertistiche di giovani musicisti dei Conservatori di Bari e Monopoli, impegnati in performance solistiche e in piccole formazioni da camera. Francesco Miniaci, pianista dal curriculum eccellente, rappresenta uno dei nomi emergenti del jazz italiano, vanta importanti collaborazioni concertistiche, ed è titolare della cattedra di Piano jazz presso il Conservatorio “P.I.Tchaichovsky” di Nocera Terinese.

L’Ensemble di Archi AlterSinfonietta, ultima nata tra le produzioni AlterAzioni, è un ensemble che vede insieme professionisti e giovani studenti impegnati in una proposta concertistica che vuole recuperare la più importante tradizione specifica per orchestra d’archi, in una logica di integrazione tra formazione e performance. A guidare l’ensemble il poliedrico Maestro Vito Liturri, pluridiplomato in Composizione, Direzione d’orchestra, Strumentazione per Banda, oltre che eccellente jazzista, attualmente titolare della cattedra di Composizione presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari.

I solisti della giornata conclusiva sono stati gli allievi dei Conservatori di Bari e di Monopoli, grazie alla preziosa collaborazione dei maestri che hanno sostenuto e incoraggiato l’iniziativa dell’associazione AlterAzioni. Per la chitarra i Maestri Nino Maddonni, Nando di Modugno e Sante Tursi, per il violino i Maestri Carmine Scarpati e Giovanni Zonno.

Si sono esibiti sul palco di Palazzo Tupputi i chitarristi Gabriel Tiziano Ostuni, Emilio Ventura, Maria Grazia De Feo, Annita Melfitano, i violinisti Letizia Carrasso e Andrea Rizzi. In Duo di chitarre Maria Grazia De Feo ed Emilio Ventura e in chiusura il Duo Violinistico formato da me e da Andrea Rizzi, il più giovane dei musicisti.

M.A.A.: All’iniziativa è stato dato un valore aggiunto con l’intitolazione dei FONDI DEDICATI, nei primi due concerti. Ce li può descrivere più nel dettaglio?

C.S.: I FONDI DEDICATI, ovvero archivi di libri, spartiti e strumenti musicali sono stati donati alla nostra associazione, quindi si è voluto intitolarli alle famiglie interessate, con l’idea di organizzare i materiali e metterli a disposizione della cittadinanza in memoria dei loro cari. Nel corso della prima giornata del 10 settembre si è ricordata la pianista tranese Daniela Pansini, a lei dedicato il FONDO DANIELA PANSINI donato dalla madre Maria Teresa Stelluto e dalla sorella, la dott.ssa Marida Pansini. Nel corso dell’evento anche un omaggio in memoria di Daniela offerto dal Duo di violoncello e pianoforte formato dai maestri Nicola Fiorino e Filippo Balducci, entrambi docenti presso il Conservatorio di Bari.

Nella giornata del 17 settembre si è ricordato Sergio Di Clemente, figura storica della città di Bisceglie, noto non solo come imprenditore intraprendente e illuminato, ma anche come eccellente musicista e appassionato violinista. A lui è stato intitolato il FONDO SERGIO DI CLEMENTE, donato dalla nuora Luana, moglie di Alfredo, dalla figlia Paola e dai nipoti, presente in sala il nipote omonimo Sergio Di Clemente, figlio di Lillino.

Alle famiglie Pansini e Di Clemente sono state consegnate targhe in memoria dei loro cari, in segno di ringraziamento per la generosità dimostrata con la loro donazione.

M.A.A.: I Concerti hanno riscosso molto successo con un’ampia partecipazione di un pubblico attento. Per la giornata del 17 settembre, con l’esibizione dell’ AlterSinfonietta, sala con posti solo in piedi anche nelle sale adiacenti. Si prevede un seguito?

C.S.: Il successo dell’iniziativa Prima edizione del festival “Settembre in musica, concerti aperitivo sul filo della memoria” certamente apre le porte a una nuova edizione, alla quale stiamo già lavorando. Intanto a breve un nuovo appuntamento in un nuovo progetto di Musica e Letteratura. Il prossimo 15 ottobre, in coincidenza con l’anniversario della nascita di Italo Calvino, in partnership con il Presidio del Libro di Bisceglie, il Circolo dei Lettori e il Politeama Italia,  presenteremo a Bisceglie il progetto che AlterAzioni ha proposto e sostenuto per l’anno dedicato a uno dei nomi più significativi della cultura del Novecento. Il progetto, inserito nella Rassegna Libridamare a cura della Prof.ssa Rosa Leuci, vedrà protagonisti dell’evento i musicisti Vito Liturri, Vincenzo Maurogiovanni e Lello Patruno.

Il concerto dal titolo “Desires and Fears” ispirato alle “Le città invisibili”, vedrà la prestigiosa partecipazione dell’italianista Prof. Daniele Maria Pegorari, ordinario di Letteratura Italiana Contemporanea presso l’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e condirettore del Festival “Calvino, immagini e saperi”, a cura dell’Accademia Pugliese delle Scienze, in collaborazione con la stessa Università di Bari.

L’evento, già ospitato con modalità diverse anche in altre prestigiose rassegne regionali, offre la possibilità di un approfondimento su aspetti poco conosciuti della figura di Italo Calvino, attraverso l’attenta riflessione del Prof. Pegorari, e ci introduce nelle suggestioni musicali che alcune de Le città invisibili” hanno ispirato ai musicisti che si esibiranno.

M.A.A.: Ringraziando aggiungiamo che l’appuntamento è per il prossimo 15 ottobre alle ore 20.45 presso la Sala C del Politeama Italia di Bisceglie, l’evento anticipa i festeggiamenti per il Centenario del Politeama.

Info e prenotazioni al 080 3968048. Biglietto unico 10 euro

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.