Principale Ambiente & Salute Il clima sta cambiando e dobbiamo farlo anche noi.Intervista all’ingegnere elettrico Mario...

Il clima sta cambiando e dobbiamo farlo anche noi.Intervista all’ingegnere elettrico Mario Pastore

Intervista a cura del Co-direttore Daniela Piesco 

Le fonti energetiche si dividono tra esauribili e rinnovabili. Le fonti energetiche esauribili sono quelle derivanti dai combustibili fossili, come il petrolio, il gas naturale, il carbone. Tra quelle rinnovabili, invece, bisogna distinguere tra le classiche, cioè le fonti di energia rinnovabili sfruttate da tempo, come il geotermico, le biomasse e l’idroelettrico e le fonti di energia rinnovabile non convenzionali, come l’eolico e il solare. Per il loro carattere non inquinante e non esauribile, le fonti rinnovabili rappresentano il futuro della produzione energetica mondiale.

Per energia rinnovabile si intende l’elettricità che viene prodotta da fonti energetiche alternative e non da fonti combustibili fossili come sono, per esempio, il carbone, il petrolio e l’olio combustibile. Le fonti alternative a quelle tradizionale da cui viene raccolta l’energia si dicono rinnovabili proprio perché non si esauriscono: fonti come la luce solare, il vento, la pioggia, le maree e il calore geotermico sono chiamate fonti energetiche rinnovabili e rappresentano la più grande sfida che le aziende energetiche devono fronteggiare.

Con la crescita costante della domanda di energia, diminuiscono le riserve delle fonti non rinnovabili. Al tempo stesso è necessario ridurre l’inquinamento ambientale la cui causa principale è costituita proprio dalla combustione delle risorse fossili. Sebbene le fonti di energia rinnovabile siano sempre state utilizzate anche in passato (si pensi ad esempio all’acqua per i mulini e al vento che spingeva le vele delle navi) attualmente sono chiamate alternative proprio per distinguerle da quelle usate – e abusate – finora.

Ma come funzionano le energie rinnovabili ?

Ho deciso di parlarne con Mario Pastore ingegnere elettrico e amministratore unico della AMG Elettrica.

Chi è Mario Pastore

Mario Pastore, nasce il 2 gennaio 1990 a Benevento. Cresce a pane e cavi elettrici data la professione di elettricista di suo padre, quindi non ha mai avuto dubbi sul percorso di studi da intraprendere e su quale sarebbe stato il suo destino. Dopo le scuole medie decide di frequentare l’Istituto tecnico Industriale di Benevento per formarsi al meglio nel settore elettrico e dare una teoria alla pratica che tante volte aveva visto mettere in atto da suo padre. La naturale conseguenza è stata quella di laurearsi in Ingegneria elettrica presso l’Università Federico II di Napoli nel 2017. La sua passione per il settore elettrico è stata assecondata da tutta la sua famiglia che lo ha sempre supportato e aiutato nelle scelte più importanti; la sua voglia di lavorare in questo campo, mista alla sua vena imprenditoriale, lo ha portato, nel novembre del 2019, a far nascere l’Azienda di cui oggi è amministratore unico, la AMG Elettrica srl. L’obiettivo è quello di sostenere l’ambiente sfruttando le risorse energetiche provenienti da fonti rinnovabili, optando per scelte eco-sostenibili a ridotto impatto ambientale.

L’intervista

Che cosa ha inizialmente suscitato il tuo interesse per l’ingegneria elettrca?

L’interesse per la facoltà di ingegneria elettrica ha avuto, inizialmente, uno scopo differente.Un po’ come la maggior parte degli studenti neo-diplomati, la scelta di una facoltà come Ingegneria Elettrica l’ho fatta perché la vedevo come una delle facoltà con maggiore possibilità in termini di sbocchi lavorativi.
Solo successivamente, durante il mio percorso di studi mi sono appassionato del campo rinnovabile.Un settore in forte crescita ed espansione, che vede forte richiesta nella società odierna.

Da quando tempo hai creato la tua azienda e quali sono i servizi che offre all’utenza?

Terminati i percorsi di studio, ho fondato l’azienda AMG Elettrica. Essa nasce a Novembre del 2019.Con il sostegno della mia famiglia, ho potuto realizzare questo progetto volto principalmente sul campo rinnovabile.
I servizi che offre l’azienda sono molteplici, ed in continua espansione.Di base ci proponiamo nell’offrire un servizio di fornitura materiali e di consulenza per le aziende che operano nel settore rinnovabile.

Mario chi desidera avere uno stile di vita rispettoso dell’ambiente, può compiere la scelta di energia esclusivamente da fonti rinnovabili.Un gesto facile, rapido, tramutando un obbligo (avere energia elettrica) in una dimostrazione di coerenza, in un messaggio. Di cui vantarsi, a ragion veduta.Ma restano ancora molti interrogativi riguardanti le fonti, gli impianti e i metodi di dispacciamento,in particolare se conviene, se è sicura, come si fa a sapere che è rinnovabile. Puoi aiutarci a rispondere a queste domande?

Per quanto concerne la convenienza
bisogna sapere che, attualmente, lo sviluppo tecnologico delle celle fotovoltaiche, permette di avere moduli a costi molto più contenuti, rispetto ai prezzi di circa 20 anni fa. Ciò ha comportato un notevole abbattimento, inerente ai tempi di rientro dell’investimento (generalmente, un impianto fotovoltaico, si ripaga entro un tempo massimo di 5 anni, contro le tempistiche di una volta che risultavano maggiori ai 10 anni).Tempi di rientro dell’investimento dimezzati, ed efficienze degli impianti aumentati (un modulo fotovoltaico generalmente è garantito 20/25 anni sulla resa).Pertanto, per quanto riguarda l’opportunità di investimento, avere un sistema del genere per la produzione di energia elettrica risulta essere molto conveniente.
Restando in termini di sicurezza è chiaro che, per garantire la massima produzione di energia elettrica da tali fonti, bisogna garantire un minimo di manutenzione ordinaria come, ad esempio, la pulizia dei moduli almeno 2 volte l’anno.Per riconoscere se un sistema è rinnovabile, bisogna considerare tutte le fonti energetiche non soggette a esaurimento poiché si reintegrano naturalmente in tempi paragonabili con la vita umana tramite processi fisici (come ad esempio la luce solare, il vento, i moti ondosi ed il calore geotermico) e chimici (come ad esempio biomassa).

Per far arrivare l’energia elettrica da fonti rinnovabili a casa o in azienda, servono lavori?

Come tutti i sistemi di produzione di energia da fonti tradizionali e rinnovabili, per realizzare un sistema energetico da fonti rinnovabili si necessita di realizzare un impianto di produzione, al quale seguono lavori di progettazione e di realizzazione dell’impianto. Su questa tematica la mia azienda AMG Elettrica si propone nell’offrire supporto alle aziende fornendo idee e soluzioni in merito, oltre che alla fornitura dei materiali a prezzi competitivi.

Ma se la rete elettrica nazionale è unica, come si garantisce che l’energia consumata sia proprio da fonti rinnovabili?

Chi garantisce tale fonte energetica è un ente energetico chiamato GSE (gestore dei servizi energetici) rilasciando una serie di certificazioni che riassumo di seguito:
il GSE, su richiesta dei produttori, rilascia la qualifica IGO attestante la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile per ciascun impianto. Successivamente al rilascio della qualifica IGO, il GSE, su richiesta del produttore dell’impianto, emette i titoli GO, ma solo a seguito della ricezione dei dati di misura da parte dei gestori di rete competenti. Ovvero, solo dopo un’attenta verifica.Non a caso, durante l’allaccio dell’impianto fotovoltaico in rete, viene inserito il cosiddetto contatore GSE. Quest’ultimo ha proprio lo scopo di rilevare tutta l’energia immessa in rete dal nostro sistema rinnovabile, e quella consumata dal nostro impianto elettrico.

Avere energia rinnovabile costa di più, oppure ci saranno risparmi in bolletta?

Un impianto proveniente da fonti rinnovabili fornisce un netto abbattimento dei costi in bollette e, se correttamente dimensionato, può abbattere anche di oltre l’80% tali costi.

Ci sono problemi a cambiare utenza?Il servizio è raggiungibile ovunque?

Poter realizzare un sistema rinnovabile allacciato in rete è quasi sempre possibile in oltre il 90% dei casi. Bisogna comunque sempre interfacciarsi con l’ente distributore dell’energia elettrica.Laddove non è possibile, si possono realizzare dei sistemi autonomi stand alone che non si interfacciano con la rete elettrica. Ovviamente va valutato caso per caso a seconda del tipo di utenza.

Se per ipotesi avessi già un impianto fotovoltaico sul mio tetto, potrei contattare AMG Elettrica e chiedere supporto?

Sì, potremmo fornire supporto e consulenza sull’impianto fotovoltaico già in essere, ovviamente sempre tramite un tecnico qualificato che abbia visionato l’impianto del cliente, infatti, come accennato precedentemente, forniamo materiali e consulenza alle aziende, con le quali preferiamo interfacciarci.

Ma anche le centrali energetiche a fonti rinnovabili inquinano o sono impattanti, almeno un po’?

Anche le centrali energetiche a fonti rinnovabili hanno un impatto ambientale, seppur notevolmente inferiore e soprattutto PREVEDIBILE rispetto agli impianti tradizionali.
A tal proposito sono stati fatti degli studi che dimostrano la portata ambientale delle fonti rinnovabili, notevolmente inferiore e meglio preventivabile rispetto alla produzione energetica basata sulla combustione di gas naturale e carbone. Lo stesso può dirsi del nucleare, il cui rischio ambientale è ben noto e può essere valutato anche in termini di costi ambientali sostenibili per la costruzione dell’impianto. Tuttavia, se si passa a considerare il livello di emissione di gas serra, il nucleare è sorprendentemente più pulito rispetto al solare, considerando l’energia necessaria per produrre un kWh. Gli svantaggi in questione, tuttavia, almeno per quanto concerne le fonti rinnovabili, sono senz’altro inferiori rispetto ai vantaggi: la riduzione delle emissioni rispetto alle fonti tradizionali è sensibile, il rischio di conseguenze ambientali sul lungo periodo rispetto al nucleare altrettanto. Pertanto, anche a dispetto della pur minima capacità inquinante, le energie rinnovabili sono dunque il paradigma di produzione energetica più sostenibile al momento.

Infine : perché scegliere energia elettrica da fonti rinnovabili?

Le fonti energetiche rinnovabili, a differenza delle fonti di energia non rinnovabili, sono forme di energia che rispettano le risorse provenienti dal mondo naturale. Non inquinano e non si esauriscono, dal momento che hanno la capacità di rigenerarsi a fine ciclo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.