Principale Senza categoria Eleganti reclami dalla seconda metà del VII secolo

Eleganti reclami dalla seconda metà del VII secolo

Calendario - martirologio dell'abbazia di Saint-Germain-des-Prés, XIII secolo, BnF, Parigi.

Noi non vogliamo questo grano, qualunque ne sia il prezzo, neanche gratuitamente” scriveva Frodeberto, vescovo di Tours al collega Importuno, capo della diocesi di Parigi nella Francia del 665 d.C, lamentando la scarsa qualità della partita inviatagli, dalla quale le consorelle della sua comunità cercarono disperatamente di ricavare del pane. Purtroppo, la panificazione aveva restituito pagnotte dalla “crosta disgustosa, la mollica completamente nera, aspra e amara al gusto e dall’odore ripugnante“. 

L’eleganza e l’ironia con cui Frodeberto denuncia la mancanza del pari suo rivale, colpevole in precedenza di gravi calunnie a suo danno, la dice lunga sulla comunicazione di un tempo che rimane negli argini della cortesia, mascherando legittima indignazione dietro una classe invidiabile.

Infatti, anche se disperato per la mancanza momentanea di grano nella sua zona , il vescovo di Tours non perde la calma  riuscendo a veicolare la sua rabbia attraverso una sana, ironica e ferma pacatezza, ringraziando il collega con queste parole dall’eleganza pungente “incessantemente tu avrai diritto alla mia riconoscenza per questo regalo che hai voluto offrirmi, finché Dio manterrà la tua grandezza, in cui noi abbiamo trovato tanta liberalità“.

In realtà nonostante la dichiarata bontà, tu (Importuno),  uomo mortale, tu hai visto che a casa nostra noi moriamo di fame” dichiara Frodeberto, cercando umana empatia nel tentativo di far riflettere il collega sulla comune condizione mortale, attestando l’amara realtà attraverso l’invio di forme di pane mal riuscite. “Tenta di mangiarle, se puoi” rincara con polemico, ironico  savoir faire Frodeberto, in quanto “la santa comunità delle monache rifiuta questo impasto“.

La missiva redatta in prosa rimata, conclusa con ringraziamenti e benedizioni, pur se pregna di forme e costruzioni dirette tipiche della lingua parlata, rivela la formazione letteraria e religiosa del  mittente scosso per il cattivo raccolto e per quella pessima partita di grano inviata dall’Importuno collega alle religiose di Tours.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.