Principale Arte, Cultura & Società Musica, Eventi & Spettacoli Rete dei Festival: ITsArt per potenziare Rai Regionali in musica e spettacolo

Rete dei Festival: ITsArt per potenziare Rai Regionali in musica e spettacolo

Il Governo mette in liquidazione ITsArt, che non ha mai decollato. Ora si lavori al potenziamento, oltre che di RaiPlay sul modello inglese della BBC e/o pubblico-privato francese, modelli vincenti in contrasto alle multinazionali monopoliste, aggregando le produzioni nazionali su un’unica piattaforma in grado di competere con gli over-the-top, per le nuove produzioni musicali, anche su un potenziamento e un palinsesto certo delle Rai regionali con appuntamenti settimanali fissi per valorizzare i festival e gli eventi del territorio regionale insieme a tutte le nuove produzioni musicali che vengono realizzate dagli artisti della regione. Vi e’ infatti una ricchezza di proposte da parte di produttori, promoter e artisti di ogni singola regione che al momento viene intercettata solo parzialmente dalle sedi delle Rai regionali e dai Tg regionai.

L’auspicio è che tutta la Rai compresi i grandi canali generalisti e RaiPlay e in questo caso anche le Rai regionali con dei fondi dedicati, magari in collaborazione con le singole Regioni con il supporto del Ministero della Cultura, aprano realmente le loro porte ai progetti della musica, festival e artisti indipendenti ed emergenti del loro territorio  e alla loro amplissima pluralità di proposte musicali che va oltre i pochissimi generi proposti dal mainstream delle major, un’apertura del servizio pubblico che sia di esempio anche per le radio e tv private. Per le Rai regionali si tratta di aprire una finestra quotidiana a conclusione dei Tg regionali quotidiani e di allestire nel fine settimana una rubrica settimanale di appuntamenti  di musica dal vivo e di uscite discografiche.

Un’apertura che si deve realizzare con incontri e progetti concreti presentati da realtà musicali indipendenti non legate al circuito delle major. Infatti, sono molto preoccupanti i dati degli artisti presenti in Rai, soprattutto in tv, durante le Festività. Dal 24 dicembre al 7 gennaio sostanzialmente tutti gli artisti e i brani presenti in Rai nei programmi musicali, in festival, concerti e/o tra gli ospiti erano quasi tutti esclusivamente artisti legati alle major se si esclude qualche rara finestra e rara nicchia di ascolto e di approfondimento. Serve un’inversione di tendenza decisa e visibile che porti a una presenza di quote di artisti provenienti esclusivamente dal mondo delle imprese musicali italiane almeno pari al 40% come nei Paesi avanzati ad alto tasso di proposta di musica nuova e di qualità.

Un maggiore servizio pubblico delle Rai regionali a favore dei festival e dei contest e degli artisti di ogni singola Regione, valorizzando cosi anche tante singole musiche regionali di grande qualita’ e di successo anche all’estero, amplierebbe enormemente le finestre di opportunita’ per tali realta’ che rappresentano l’80% delle produzioni realizzate oggi in Italia ma che arrivano nei grandi media mainstream con una percentuale che non supera mai il 10% ad essere ottimisti.

RETE DEI FESTIVAL

Coordinamento della Nuova Rete dei Festival e dei Contest

Con oltre 100 Festival e Contest aderenti in tutta Italia

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.