Principale Estero Il Regno Unito annuncia il ritiro anticipato delle truppe dal Mali

Il Regno Unito annuncia il ritiro anticipato delle truppe dal Mali

Il Regno Unito, come molti Paesi che partecipano alle forze ONU di Minusma, ha annunciato il ritiro delle truppe dal Mali.

Regno Unito

Dopo Francia e Svezia, anche il Regno Unito ha annunciato il ritiro delle sue forze dal Mali. Le truppe britanniche, schierate nel Paese nell’ambito di Minusma, la missione delle Nazioni Unite, di mantenimento della pace, sono comunque note per il loro equipaggiamento ad alta tecnologia, che ha consentito numerose vittorie contro i gruppi armati.

Perchè il Regno Unito ritira le truppe dal Mali?

Il Regno Unito non andrà al termine dei suoi tre anni di dispiegamento in Mali, nell’ambito della missione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione della regione. Lunedì al Parlamento britannico il ministro delegato per le forze armate James Heappey ha dichiarato: “due colpi di stato in tre anni ” a Bamako hanno “minato gli sforzi internazionali per raggiungere la pace”. Accusando il governo maliano di vicinanza al gruppo di mercenari russi Wagner. Chiamato da Bamako per contrastare l’emergere di gruppi jihadisti nella regione accusato di soprusi. Heappey ha definito il gruppo paramilitare russo Wagner un “gruppo di assassini che violano i diritti umani”. “Il gruppo Wagner è associato a massicce violazioni dei diritti umani e la collaborazione del governo maliano con il gruppo paramilitare russo è controproducente per la stabilità e la sicurezza a lungo termine nella regione”, ha affermato il ministro britannico. Heappey, tuttavia, ha insistito sul fatto che “il Regno Unito continuerà il suo impegno in Mali e nel Sahel attraverso la nostra assistenza umanitaria, di stabilizzazione e allo sviluppo”.

La responsabilità ricade sul Mali

Il ministro della Difesa britannico ha dichiarato che la prossima settimana si incontrerà in Ghana con funzionari di tutta Europa e dell’Africa occidentale per coordinare la loro risposta all’instabilità nella regione del Sahel. A questo proposito, il Segretario di Stato per le Forze Armate, ha detto ai parlamentari alla Camera dei Comuni che la responsabilità del ritiro delle forze britanniche “ricade sul Mali, che ha vissuto due colpi di stato nell’arco di tre anni, che hanno minato sforzi internazionali per promuovere la pace”. Le tensioni si sono intensificate tra il Mali ei suoi vicini africani e con i suoi partner occidentali, dopo che il governo di Bamako ha autorizzato il dispiegamento di mercenari russi del gruppo “Wagner” nel Paese. Mentre la Francia ha annunciato a febbraio il suo ritiro dal Mali, dopo il deterioramento dei rapporti con la giunta militare che ha preso il potere nel 2020.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.