Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori Serie A, top e flop della 11ª giornata

Serie A, top e flop della 11ª giornata

Il Napoli sembra invincibile, nessuna sconfitta in campionato e primo posto al sicuro. Bene Lazio e Inter; non steccano Milan e Juventus.

Juventus – Empoli 4-0

TOP: Adrien Rabiot (voto 7,5)

Il “cavallo pazzo” sembra essersi sbloccato – oltre alla solita intensità, abbina pochi errori tecnici e soprattutto un approccio diverso in fase realizzativa con la doppietta che chiude il match.

Menzione d’onore: Locatelli, Parisi.

FLOP: Petar Stojanovic (voto 4,5)

Il terzino sloveno soffre fin dall’inizio la pressione costante di Kostic sulla sua fascia. Si perde la marcatura sui gol di Mckennie e di Rabiot.

Menzione di (dis)onore: De Winter, Luperto.

Salernitana – Spezia 1-0

TOP: Pasquale Mazzocchi (voto 7)

Nel primo tempo ci prova con un destro a giro che finisce di molto fuori dallo specchio. Ci riprova nel secondo tempo con tutt’altro esito – palla all’angolino e gol vittoria in una partita delicata.

Menzione d’onore: Dragowski, Fazio.

FLOP: Krzysztof Piatek (voto 5)

Parte in panchina e subentra nel secondo tempo per Dia; ha almeno 3 nitide occasioni da gol nel finale per chiudere la partita ma le sciupa tutte.

Menzione di (dis)onore: Gyasi.

Milan – Monza 4-1

TOP: Brahim Diaz (voto 7,5)

Il folletto spagnolo continua ad incantare nel ruolo che doveva essere riservato a De Ketelaere – segna i primi due gol della partita, uno dei quali ancora una volta con una percussione da centrocampo. Esce nel secondo tempo per un problema al flessore.

Menzione d’onore: Origi, Theo Hernandez.

FLOP: Valentin Antov (voto 4)

Errori pesanti per il bulgaro – nel primo gol chiude troppo in ritardo su Diaz; sull’ultimo gol, nel momento migliore di Monza, perde un pallone sanguinoso regalandolo a Theo Hernandez.

Menzione di (dis)onore: Caldirola, Marì.

Fiorentina – Inter 3-4

TOP: Lautaro Martinez (voto 8)

Il Toro continua a dominare e non sembra volersi fermare. Decide fin dal primo minuto con l’assist per Barella, poi per non farsi mancare nulla segna su azione, si procura un rigore (dubbio) e lo realizza.

Menzione d’onore: Barella, Kouamè.

FLOP: Lorenzo Venuti (voto 4)

Gioca pochi minuti, ma l’errore sul gol del 3-4 è troppo grossolano, oltre che importantissimo per il risultato finale.

Menzione di (dis)onore: Dimarco, Martinez Quarta.

Udinese – Torino 1-2

TOP: Vanja Milinkovic-Savic (voto 7)

Due parate importanti per regalare la vittoria ai granata – la prima di piede su Deulofeu, la seconda nei minuti finali su un gran tiro di Beto.

Menzione d’onore: Radonjic, Deulofeu.

FLOP: David Zima (voto 5)

Sul passaggio di Milikovic-Savic commette un erroraccio che spiana la strada all’Udinese per l’1-0. Fortunatamente, l’errore non si rileva importante ai fini del risultato.

Menzione di (dis)onore: Bijol.

Bologna – Lecce 2-0

TOP: Marko Arnautovic (voto 7)

Giocatore dominante, anche quando non è assistito dai compagni. Segna il rigore dell’1-0 iniziale, ma con Thiago Motta lega di più il gioco ed è più rifinitore – mette in porta Orsolini e Posch nel secondo tempo.

Menzione d’onore: Ferguson, Aebischer.

FLOP: Valentin Gendrey (voto 5)

Si addormenta in occasione del rigore dove si fa anticipare da Aebischer.

Menzione di (dis)onore: Hjulmand.

Atalanta – Lazio 0-2

TOP: Felipe Anderson (voto 7,5)

Chiamato a sostituire Immobile nel ruolo di punta centrale, il brasiliano sforna una prestazione da ricordare insieme ai suoi compagni di reparto. Il gol è un gioiello; nel finale procura l’espulsione di Muriel.

Menzione d’onore: Zaccagni, Marusic.

FLOP: Brandon Soppy (voto 5)

In fase difensiva è ancora acerbo come si vede nel primo gol di Zaccagni – non fa la diagonale e il biancoceleste fa gol senza alcun problema.

Menzione di (dis)onore: Okoli, Muriel.

Roma – Napoli 0-1

TOP: Victor Osihmen (voto 7,5)

Una voglia di decidere le partite e una fisicità fuori dal comune – questo è il segreto di Osihmen. Il gol vittoria lo rappresenta alla perfezione – attacca la profondità, vince il duello fisico con Smalling e scaraventa in rete un diagonale perfetto.

Menzione d’onore: Kim, Zielinski.

FLOP: Tammy Abraham (voto 5)

L’attaccante inglese fa sempre più fatica a creare occasioni (complice anche un atteggiamento di squadra poco propositivo). Esce dopo poco più di 60′ per Belotti.

Menzione di (dis)onore: Spinazzola.

Cremonese-Sampdoria 0-1

TOP: Emil Audero (voto 7,5)

Se la Sampdoria porta a casa i 3 punti, gran merito va dato al suo portiere – rigore parato e tanti altri interventi che tengono inviolata la porta blucerchiata.

Menzione d’onore: Colley, Valeri

FLOP: Cyriel Dessers (voto 5)

Ha l’opportunità di aprire le marcature dal dischetto – calcia male facendosi ipnotizzare da Audero. Errore veramente pesante per il risultato finale.

Menzione di (dis)onore: Amione, Aiwu.

Sassuolo – Verona 2-1

TOP: Armand Laurienté (voto 7)

Secondo gol in Serie A per l’attaccante francese. Supera Hien con facilità irrisoria e piazza sul secondo palo con un colpo da biliardo.

Menzione d’onore: Frattesi, Consigli.

FLOP: Isak Hien (voto 4,5)

Colpevole in entrambi i gol subiti dal Verona – nel primo si fa saltare troppo facilmente da Laurienté, nel secondo Traorè lo ubriaca e poi serve l’assist del 2-1.

Menzione di (dis)onore: Lasagna.

Photo credits: Napolipiu.com

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.