Principale Arte, Cultura & Società Lembi di verità, la silloge poetica di Rosaria Scialpi al Red Point...

Lembi di verità, la silloge poetica di Rosaria Scialpi al Red Point Cafe

Lembi

Lembi di verità è la prima silloge poetica della giovane autrice tarantina Rosaria Scialpi.

COMUNICATO STAMPA

Giovedì 20 ottobre 2022, dalle ore 17:20, presso il Red Point Cafe, in Via Polibio, 69, Taranto, si terrà la presentazione della silloge poetica Lembi di verità di Rosaria Scialpi.

Gli interventi sul libro e il dialogo con l’autrice saranno a cura del Prof. Pierfranco Bruni, intellettuale, scrittore, saggista, poeta e già candidato al Nobel per la Letteratura nel 2015.
Le letture, invece, saranno a cura di Gabriella Grande, curatrice d’arte e poetessa.
Presenta l’evento il Prof. Mario Guadagnolo, scrittore e storico.

Sono previsti intermezzi musicali.

Si ringrazia Red Point Cafe per l’accoglienza.
Ingresso libero.

Per coloro che vorranno acquistare una copia ci sarà un punto book dedicato. Per informazioni contattare umanisticamentecomunicazione@gmail.com o rosariascialpi07@gmail.com

Il libro

Lembi di verità (L’Erudita ed., marchio Giulio Perrone Editore) è il frutto di un costante interrogarsi di matrice autobiografica, fra notti di silenzi eloquenti che “nascondono segreti perlacei”, solitudini che si intersecano e la riscoperta dell’immaginazione come mezzo privilegiato per accedere all’ “altrove” e all’ io. Un’analisi dell’esistenza a tratti cruda, ma priva di ipocrisia, che stimola il lettore a porsi interrogativi, a intraprendere un viaggio introspettivo – proprio come fa l’autrice- e a osservare la vita nella sua interezza.

Dalla quarta di copertina:
<<Secondo Honoré de Balzac “La vita di un uomo felice è un quadro dal fondale d’argento con delle stelle nere: la vita di un uomo infelice è un fondo nero con delle stelle d’argento”. Rosaria Scialpi dipinge dapprima, con le sue parole, i lembi di un fondale doloroso e poi, come una pittrice, traccia al suo interno una costellazione luminosa, i lembi di una speranza che ha ragione del suo brillare proprio in quel fondale così nero. E se “al mondo non vi sono dolore né felicità assoluti”, Rosaria Scialpi riesce a restituire nelle sue poesie tutta la complessità di un’esistenza che oscilla costantemente fra luce e oscurità.>>

Dalla recensione di Anastasia Cicciarello:

<<Il titolo non mente: sono dei veri e propri lembi quelli di Rosaria Scialpi. Degli squarci di pelle e vita, scorci che ci lasciano intravedere gli stati d’animo dell’autrice attraverso il filtro della carta stampata. […] Ai sentimenti di Scialpi rispetto alle cose della vita, si alternano pensieri e riflessioni sul mondo che la circonda, sul motivo per cui siamo in vita, sul destino che ognuno di noi si trova ad affrontare. Una silloge introspettiva quindi, che si interroga sui moti interni dell’animo e si rapporta alla realtà esterna attraverso il metro di misura dell’Io. Un primo tentativo efficace e gradevole alla lettura.>>

Dalla recensione di Stefania Romito:

<<Morire per rinascere. Bramosia di rinvenire l’essenza del vivere in una dimensione altra. Rivendicazione della libertà di essere ciò che si è al di fuori di qualsiasi ruolo socialmente imposto. […] Una silloge in cui il lirismo è veicolo esistenziale nella drammaticità dell’essere. […] Immagini d’anima. Istantanee di essenza. Questa è la poesia di Rosaria Scialpi.>>.

L’autrice

Rosaria Scialpi è nata a Taranto nel 1996.

Attualmente è studentessa magistrale di Lettere moderne presso l’Università del Salento (Lecce), dove ha già conseguito la laurea triennale con una tesi in Critica letteraria ed ermeneutica del testo sulla teoria polifonica di Bachtin e la sua applicazione ai romanzi di Dostoevskij.

Sin dal primo anno di università ha affiancato gli studi alla pubblicazione di articoli, recensioni, reportage, dossier e interviste per blog nazionali, siti e testate giornalistiche del territorio pugliese come Il Tacco d’Italia e Corriere di Puglia e Lucania.

Inoltre, ha svolto l’attività di copywriter per una start-up e si occupa della comunicazione di un festival letterario. Nel giugno 2022 ha pubblicato con la casa editrice L’Erudita (marchio Giulio Perrone Editore) la sua prima silloge poetica dal titolo Lembi di verità.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.