Principale Cronaca Pulsano (Ta) – “Nella scuola media settimana corta”

Pulsano (Ta) – “Nella scuola media settimana corta”

Cons.Re Angelo Di Lena (Azione-Italia Viva Calenda): “Necessario introdurre la settimana corta per le classi delle medie dell’Istituto Comprensivo Statale “G. Giannone” –  di Pulsano(Ta)”.

Cambiano i tempi e la scuola ha bisogno di adeguarsi alle nuove esigenze, ai ritmi familiari e alla crisi economica, soprattutto in un periodo come questo in cui le amministrazioni e le famiglie fanno i conti con il caro vita e le bollette.

In molte parti d’Italia la settimana corta ovvero la programmazione delle lezioni dal lunedì al venerdì con l’esclusione del sabato è una realtà che permette di tagliare notevolmente i costi per il riscaldamento degli edifici senza ridurre le ore di lezione che vengono spalmate nei giorni precedenti.
Su questo argomento è intervenuto il consigliere dell’Unione dei comuni del versante orientale della Provincia di Taranto Angelo Di Lena che ha espresso le seguenti considerazioni:
“In questi giorni sono stato contattato da alcuni genitori di Pulsano i quali mi hanno spiegato come presso l’Istituto ci sia una differente organizzazione per i bambini della materna e delle elementari che frequentano con la settimana corta e i bambini delle medie che fanno orario su sei giorni.

Ritengo questa situazione anomala, innanzitutto per l’organizzazione familiare e soprattutto un inutile spreco di denaro, specie ora che ci avviamo verso una drastica riduzione dei consumi per le difficoltà dovute alla guerra in Ucraina.

È risaputo che la programmazione delle lezioni dal lunedì al venerdì con l’esclusione del sabato, spalmando le ore nel corso dei 5 giorni precedenti permetterebbe un consistente risparmio sui consumi di riscaldamento della scuola per molte migliaia di euro per l’intera stagione autunno inverno.

Chiudere le scuole per 22 sabati permetterebbe di risparmiare soldi senza intaccare l’istruzione e la socialità.

Inoltre, consentirebbe di trascorrere più tempo in famiglia.

Per questi motivi insieme ad un comitato formato da alcuni genitori è mio intendimento scrivere alla nuova Preside dell’istituto per fare presente questa situazione affinché vengano presi gli opportuni provvedimenti convocando il consiglio di istituto”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.