Principale Estero L’ Isis ha rivendicato l’attentato davanti all’ambasciata russa in Afghanistan

L’ Isis ha rivendicato l’attentato davanti all’ambasciata russa in Afghanistan

Sono morte sei persone, due russi dipendenti dell’ambasciata e quattro afghani. L’attentatore, che portava addosso una carica di esplosivo, è stato intercettato e colpito dalle forze di sicurezza talebane.

© Wakil KOHSAR / AFP
– Talebani nei pressi dell’Ambasciata russa a Kabul

 

AGI – Sono almeno sei i morti nell’attentato suicida che ha provocato una esplosione vicino all’ambasciata russa di Kabul.

L’attacco è stato rivendicato dall’Isis: in un comunicato su Instagram il gruppo jihadista ha detto che un combattente dell’Isis “ha attivato la sua cintura esplosiva durante un incontro a cui hanno partecipato dipendenti russi” vicino all’ambasciata.

L’attentatore, che portava addosso una carica di esplosivo, è stato intercettato e colpito dalle forze di sicurezza talebane, quando si trovava sul viale Darul Aman, nel sud-ovest della capitale, “di fronte all’ambasciata russa”.

Quando l’attentatore suicida ha cercato di attaccare il capo della sicurezza dell’ambasciata”, vicino all’area dei visitatori, ha dichiarato Malavi Saber, capo della polizia della zona, è stato colpito.

La carica trasportata dall’attentatore suicida è stata fatta esplodere in strada dopo essere stata scoperta dalle autorità “prima che raggiungesse il suo obiettivo”, ha detto Saber.

A causa dell’esplosione, “quattro nostri connazionali e due dipendenti dell’ambasciata russa sono stati uccisi e diversi afghani sono rimasti feriti”, ha dichiarato su Twitter il portavoce della polizia di Kabul Khalid Zadran.

Il ministero degli Esteri afghano ha “condannato con forza questo incidente” e ha trasmesso “le condoglianze al governo russo, al popolo e alle famiglie delle vittime”, secondo una dichiarazione rilasciata su Twitter dal portavoce della diplomazia talebana Abdul Qahar Balkhi.

Il governo russo ha confermato la morte di “due compagni” del personale dell’ambasciata e le vittime tra i civili afghani nell’attacco vicino all’ingresso della sezione consolare dell’ambasciata russa.

“Ora la cosa più importante è ottenere le informazioni dalla scena, su ciò che è accaduto ai nostri rappresentanti, ai nostri diplomatici”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in una conferenza stampa.

I Talebani hanno dichiarato che le loro agenzie di sicurezza stanno conducendo un’indagine approfondita sull’incidente e “prenderanno misure più serie per la sicurezza dell’ambasciata”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.