Principale Arte, Cultura & Società Antonella Pinto di Palagianello (TA) talentuosa artista in arti figurative e grafica...

Antonella Pinto di Palagianello (TA) talentuosa artista in arti figurative e grafica pubblicitaria

Nelle opere dell'artista tarantina Antonella Pinto i monumenti più suggestivi delle città murgiane - REDAZIONE ALTAMURA - ALTA MURGIA

Foto di copertina: Antonella Pinto

L’arte non ha confini; per i talenti è facile spaziare nelle sue varie declinazioni, dalla pittura ad altre forme come la grafica pubblicitaria.

E’ in queste due  discipline che  l’artista Antonella Pinto (1975) di Palagianello (Taranto) mostra la sua versatilità.

Sin da piccola ha avuto la passione per il disegno e la pittura; crescendo, durante la scuola dell’obbligo ha sviluppato tecnica e interesse artistico.

Diplomata in Grafica pubblicitaria,  il suo percorso professionale è stato finora con uno sguardo attento  al linguaggio che può veicolare ogni forma di arte figurativa.

Antonella Pinto durante l’estemporanea in Piazza Duomo ad Altamura

Con un background in detta formazione di base,  l’artista tarantina non solo si sente a suo agio, ma contribuisce con il suo estro creativo a promuovere il territorio.

Dopo il matrimonio è costretta a trasferirsi in provincia di  Milano insieme con i bambini (2004-2009), dove il marito prende servizio come Agente di Polizia municipale.

In questa circostanza ne approfitta per seguire dei corsi di perfezionamento sulla lavorazione di mobili, e tegole decorate col découpage.

Da buona meridionale,  avvezza ai sacrifici, si  impegna con tutte le sue energie.

Dopo 5 anni, nel 2009 il marito ha il trasferimento e rientrano a casa. Qui l’artista prosegue la sua formazione  seguendo un corso di ceramica  presso un  noto laboratorio di ceramica di Laterza.

La sua arte di arricchisce di altre esperienze e si sente pronta ad affrontare sfide più impegnative.

I suoi soggetti preferiti sono la natura morta, la ritrattistica, i fiori, i paesaggi del suo territorio, la Murgia, le gravine, i fichi d’India, gli anfratti di quel paesaggio selvaggio che offre Palagianello, Laterza, Massafra e Castellaneta.

Il cromatismo che caratterizza le sue opere è molto gradevole, non marcatamente acceso;  le sue pennellate sono eleganti, armoniose e in simbiosi con la natura, da cui traspare la sua raffinata femminilità.

Tutto ciò  ad omaggiare la sua terra e a rendere suggestivo agli occhi degli spettatori ogni scorcio del suo universo.

Ha partecipato a mostre collettive;  ha fatto mostre personali, tra cui quelle più recenti :

-personale organizzata a dicembre 2021  dall’Associazione  Don Vincenzo Paradiso di Palagianello;

-collettiva in via Margutta Galleria d’arte Area Contesa di Roma;

-collettiva a Mottola (Ta);

-collettiva a Matera Città dei Sassi a luglio 2022, organizzata dalla Galleria Venere dell’Art Promoter Antonella D’Ecclesiis di Gravina in Puglia;

-estemporanea  ad Altamura il 30-31 luglio 2022, organizzata dalla stessa Galleria, dove è stata vincitrice del primo premio omaggiando la città con un  dipinto sulla Cattedrale federiciana, simbolo sacro della capitale della Murgia;

per la calorosa attenzione avuta dai cittadini altamurani nel mentre eseguiva l’estemporanea in Piazza Duomo, Antonella Pinto ha voluto ricambiare il loro calore umano  donando l’opera all’A.B.M.C./Archivio Biblioteca Museo Civico ritirata dal vice presidente dr. Paolo Falcicchio;

-collettiva a Gravina del 5-6 agosto 2022, stessa organizzazione;

-collettiva ad Altamura 14-15 agosto 2022, stessa organizzazione;

Omaggio al Duomo di Altamura; da sx Antonella D’Ecclesiis della Galleria Venere; il dr. Paolo Falcicchio vicepresidente A.B.M.C.; l’artista Antonella Pinto; il giornalista Giovanni Mercadante;

Prossima partecipazione al Festival dell’immagine  a tema libero a  Martina Franca dal 9 al 16 ottobre 2022, dove sono previsti 105 partecipanti.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.