Principale Cronaca Un paese sardo è entrato nel Guinness della longevità

Un paese sardo è entrato nel Guinness della longevità

Ha ottenuto di recente la certificazione: ci abita il maggior numero di centenari al mondo in proporzione al numero di residenti: uno ogni 222 abitanti.

di 

© ETTORE LOI / AFP

– Centenari a Perdasdefogu nel 2012

AGI – Con ben 8 centenari su 1.778 abitanti un paese della Sardegna si ritrova, di nuovo, nel Guinness dei primati per la longevità.
Perdasdefogu, nel Nuorese, comune nel cui territorio insiste il poligono militare più grande d’Europa, quello sperimentale interforze del Salto di Quirra, ha ottenuto di recente la certificazione: ci abita il maggior numero di centenari ancora in vita al mondo in proporzione al numero di residenti, uno ogni 222 abitanti.

Il record si deve ad Antonio Brundu, 104 anni, ex dipendente pubblico, a sua sorella Maria (102), ai compaesani Bonino Lai (103), Vittorio Spanu (102), Giovannina Mameli (101), Federica Melis (ex insegnante elementare che il 28 giugno compirà 101 anni), Vittorio Lai (ex agricoltore, 100 anni) e Concetta Melis, 101 anni.

Gli otto ultracentenari vivono ancora tutti in famiglia, con l’eccezione di Vittorio Spanu, ospite della casa per anziani del paese, come racconta all’AGI, Tore Mura, appassionato di ricerche genealogiche e sulla longevità, che un anno fa ha presentato al Guinness Wolrd Records i documenti per far riconoscere il nuovo primato del suo paese. Nel 2012 Perdasedfogu era stato già iscritto nel libro dei record per la famiglia più longeva del mondo, quella dei Melis, di cui fa parte Concetta.

Quel primato fu poi ‘migliorato’ per altri due anni, fino al 2014: i 9 fratelli Melis erano arrivati ad avere, tutti insieme, ben 837 anni. “Un record”, sottolinea Mura, “tuttora imbattuto”.

Nel frattempo, alcuni fratelli sono deceduti: nel 2015 se n’è andata Consolata, la maggiore, a quasi 108 anni (era rimasta vedova nel 1968 e aveva avuto 14 figli), seguita negli anni successivi dalla sorella Claudina, morta a 103, da un’altra sorella, Maria, scomparsa due mesi prima del suo centesimo anniversario, e dal fratello Antonio, morto a 99.

La storia della famiglia Melis, di cui scrisse nel 2013 anche il ‘New York Times’, è diventata nel 2020 un film, ‘I figli dei record’ girato da uno dei nipoti, Matteo Car.

Nove anni fa era diventato celebre anche il ‘minestrone’ dei Melis, simbolo della longevità, preparato esclusivamente con gli ortaggi coltivati nell’orto di casa. Nel 2010 un altro paese della Sardegna, Villagrande Strisaili (Nuoro), nella blue zone dell’Ogliastra, si era distinto per il primato mondiale di longevità maschile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.