Principale Cronaca La Polizia di Stato compie 170 anni

La Polizia di Stato compie 170 anni

La Polizia di Stato compie 170 anni

Anche quest’anno resta il motto: “Esserci sempre”.

La Polizia di Stato compie il 170° Anniversario della sua fondazione. Anche quest’anno le celebrazioni sono state ispirate al tema “Esserci Sempre”.

Un’amministrazione longeva, quella della Polizia di Stato, che ha accompagnato nel tempo i cambiamenti della società, trasformandosi essa stessa per soddisfare nuove esigenze nella continuità del motto “sub lege libertas”. Una polizia radicata nel presente e proiettata verso il futuro che torna a condividere con i cittadini i suoi più autentici valori ed i risultati conseguiti grazie al quotidiano operato delle sue donne e dei sui uomini.

Il Presidente della Repubblica quest’anno concederà la medaglia d’oro al merito civile alla bandiera della Polizia di Stato per le attività svolte durante la pandemia: “Alle donne e agli uomini della Polizia di Stato che con eccezionale valore e senso del dovere hanno profuso ogni energia nel garantire, anche in occasione dell’emergenza pandemica da COVID- 19, la tutela della salute di tutti i cittadini.” Un eccezionale banco di prova che ha evidenziato lo spirito di servizio che caratterizza l’attività di ciascun poliziotto. Per lasciare un segno tangibile dell’importante traguardo raggiunto, il Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso un francobollo celebrativo mentre l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ha realizzato una moneta corrente dal valore di 2 euro.

Il Questore di Taranto Massimo Gambino per l’occasione, dopo aver ricordato che “negli ultimi due anni l’emergenza pandemica ha fortemente condizionato l’intera azione della Polizia di Stato” ha ribadito che “il vero sviluppo non si misura solo con la crescita materiale ma anche attraverso la qualità della vita, di cui il diritto alla sicurezza costituisce una peculiare espressione”. Non tralasciando infine un passaggio su mass media: “chi produce informazione, come chi la comunica è interprete della sicurezza e pertanto soggetto complementare ed indefettibile di una stessa squadra”.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.