Principale Cronaca Violenza Arrestato il compagno della donna trovata morta in casa a Roma

Arrestato il compagno della donna trovata morta in casa a Roma

L’uomo è accusato di maltrattamenti, vessazioni e percosse

© Pixabay – Femminicidio

AGI – Svolta nelle indagini sulla morte di Simona Michelangeli, la 41enne trovata cadavere il 18 gennaio scorso nella sua abitazione a San Paolo, nei pressi del Ponte di Ferro, a Roma.

La polizia, su disposizione del gip, ha arrestato mercoledì mattina il compagno, di 42 anni, già indagato per maltrattamenti in famiglia: secondo gli accertamenti degli investigatori della Squadra Mobile e del commissariato San Paolo l’uomo sarebbe responsabile di vessazioni e percosse nei confronti della donna che poi aveva cercato di far soccorrere dal 118 chiedendo aiuto dopo averla trovata, secondo la sua versione dei fatti, in crisi respiratoria sdraiata a letto.

“Violenze fisiche e psicologiche sulla compagna. Botte che l’hanno portata alla morte. E, come se non bastasse, il tentativo di mascherare un femminicidio con un malore.

Quanto accaduto a San Paolo è gravissimo e solo grazie alla prontezza dei soccorritori che hanno avvisato le forze dell’ordine l’uomo è stato arrestato.

Il mio pensiero va a quella donna, morta senza aver potuto chiedere aiuto”, ha commentato l’assessora capitolina alle Pari Opportunità Monica Lucarelli.

“Il 90% delle violenze – prosegue – si sviluppano tra le mura domestiche e per questo dobbiamo concentrare i nostri sforzi per alzare il livello di guardia e sensibilizzare le donne per farsi aiutare.

Il nostro impegno è quello di collaborare con la Questura e le Procure per supportare al massimo tutte le azioni di contrasto alla violenza di genere.

Ringrazio i poliziotti e la procura per aver risolto un caso che poteva passare impunito”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.