Home Rubriche Start oltre la linea Il Fundraising secondo Valerio Melandri

Il Fundraising secondo Valerio Melandri

Il fundraising è uno strumento a supporto del mondo No-profit per pianificare, programmare le attività le azioni per la raccolta fondi. Il professor Valerio Melandri – primo in Italia ad insegnare fundraising – espone la sua esperienza ventennale in consulenza e formazione in Italia e all’estero con organizzazioni no-profit all’interno di un’intervista su Crowduniba.

Di Francesca Leoci e Rosa Porro

Mettiamolo in pratica

Dopo un percorso formativo intrapreso nel no-profit management, Valerio Melandri assorbe tutte le nozioni apprese all’estero decidendo, nel ’95, di trasferire il suo bagaglio di conoscenze in Italia. Come qualsiasi disciplina, il fundraising necessitava di essere messo in pratica: la formazione conclusasi fuori Paese trova alloggio nell’insegnamento all’interno di un master in fundraising, affiancato da festival, congressi e centri studio focalizzati su di esso. Le attività del professor Melandri sono volte a dare continuità a quella che si potrebbe definire “semplice conoscenza”, mirando senz’altro alla creazione di vere e proprie community.

La riforma del terzo settore

“Oggi la riforma del terzo settore non è sufficiente, non è adeguata in termini di sviluppo nel mondo del no-profit.”

È così che Melandri sottolinea la sua convinzione per cui al giorno d’oggi sia impensabile come, ad esempio, ci siano ancora raccolte fondi di Stato promosse attraverso propagande televisive da coloro che dovrebbero occuparsi fondamentalmente di emergenze. Al contrario, il lavoro del no-profit è propriamente quello che fa in silenzio, solitamente col sostegno dei cittadini. Parliamo di sussidiarietà, quindi “tutto ciò che i privati sanno fare meglio dello stato, facciamolo fare a loro, ovviamente regolando il loro lavoro in maniera adeguata”.

“Il Presidente Draghi” – afferma il professore – “secondo me questa idea già ce l’ha, perché proviene da una cultura che, da questo punto di vista, è molto coerente”.

Insegnamenti del fundraising

Narrando alcuni episodi della sua vita, il professor Valerio Melandri conclude dicendo: “Fare fundraising vuol dire due cose: o chiedere tante piccole donazioni alla gente, o entrare in sintonia e ricevere grandi donazioni da poche persone.” – continuando – “Il vero tema è quanto riusciamo ad entrare in connessione emotiva e personale con colui con cui abbiamo a che fare, perché il fundraising non è un venditore che ti propone un prodotto ma è qualcuno che ti fa fare un’esperienza”.

Redazione Corriere Nazionale

Redazione Corriere di Puglia e Lucania

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui