Principale Rubriche Start oltre la linea Il SalentIA Future Fest ha un… futuro Prima edizione da successone

Il SalentIA Future Fest ha un… futuro Prima edizione da successone

Concepito da due 18enni, messo in piedi da giovani e rivolto ai giovani 20 aziende e startup in esposizione, 19 speaker, 5mila visitatori, 1.200 studenti orientati al futuro

 

Si è conclusa a Lecce sabato scorso, 20 gennaio, la prima edizione del “SalentIA Future Fest”, un piccolo salone dell’innovazione e del futuro, nato come esperimento ma con la proiezione e l’intenzione di crescere e di diventare un importante appuntamento annuale.

Un evento che parla di innovazione, come minimo, sarebbe opportuno che avesse qualcosa di… innovativo, ed il SalentIA Future Fest ne ha avute ben tre. A partire dalla insolita location, il Politeama Greco, il teatro più prestigioso della città, a seguire l’originale format, speach in sala da 700 posti, dimostrazioni nel foyer del teatro ed un evento serale di intrattenimento, e poi, decisamente la più importante e unica, il fatto che a concepirlo e ad organizzarlo sono stati due giovani, Luigi Carratta di 17 anni  e Francesco Pio Manca di 18, con uno staff al seguito di 24 ragazzi under 18. Tutti questi ragazzi hanno studiato o studiano presso l’Istituto “Galilei-Costa-Scarambone” di Lecce, ricevendo e sperimentando la particolarissima formazione alla Mentalità Imprenditoriale (Entrepreneurial Mindset) del docente Daniele Manni.

 

Sarà forse stato per queste particolari componenti, fatto è che l’evento ha riscosso un gran successo, anzi un successone. Nei tre giorni di questa prima edizione si è vista la presenza di 20 aziende e giovani startup espositrici19 speaker ispirati e ispiratori, oltre 5mila visitatori presso gli stand e, soprattutto, 1.200 ragazze e ragazzi dai 13 ai 19 anni che, nella grande sala del teatro, hanno potuto ascoltare, conoscere ed apprezzare ciò che il futuro riserva loro, ricevendo una buona dose di orientamento consapevole da parte di università, Its Academy, istituzione regionale, aziende tecnologiche e, infine, l’incentivazione alla creazione di startup e all’attivismo imprenditoriale.

Ad illustrare le opportunità in ambito universitario è stato il Luigi Patrono, docente presso Ingegneria Informatica di UniSalento, a parlare di ITS Academy sono stati Euclide Della Vista e Daniele Carratta di Apulia Digital Maker, ad elencare le tante opportunità offerte dalla Regione Puglia ci ha pensato Alessandro Delli Noci, assessore alle politiche giovanili, ad informare sui possibili sbocchi nelle aziende tecnologiche sono stati Giancarlo Negro e Daniele Carlone di Links SpA e Duilio Madaro di BionIT Labs, e, infine, a spronare i giovani in sala a prendere il proprio futuro in mano e ad agire da protagonisti sono stati i tanti giovanissimi imprenditori in erba (15-19 anni) che hanno raccontato le loro storie ed esperienze con le startup Mabasta, Sportzine, Etica Etnica, Andreban, e La Chilena.

La super ciliegina sulla torta sono stati gli spettacolari interventi di Giancarlo Orsini, il famoso divulgatore tecnologico e TedX speaker che, alternando tra Italia e Usa, porta in scena “MegaTrend”, lo show che parla di futuro e che incita gli ascoltatori a prendere atto che il futuro è già nel presente e che chi saprà essere padrone e cavalcare le innovazioni e le nuove tecnologie potrà esserne protagonista e non essere relegato al solo ruolo di “utente” o, peggio, di “cliente”.

Sicuramente di grande impatto è stata anche la scelta di inserire nel programma dell’evento una serata di intrattenimento, divertente e di grande richiamo.

È stato infatti invitato il comico brindisino star dei social network Mandrake (nome d’arte di Giuseppe Ninno) il quale, sul palco del Politeama Greco, è stato intervistato in tema di “diavolerie tecnologiche” dall’altrettanto famoso Giampaolo Catalano, leader del gruppo “The Lesionati” .

Dopo essere stati presentati dalla giornalista Bianca Chiriatti, l’intervistatore ha posto domande un po’ tutte incentrate sulle nuove tecnologie, sull’innovazione e sui nuovi media di comunicazione, compresi ovviamente i social network i quali rappresentano il “brodo” naturale di Mandrake, in cui sguazza tutta la “Famiglia Imbarazzi” e tutti i fantastici personaggi che partecipano ai video e ai reel del comico brindisino che, ricordiamo, vanta 2,4 milioni di follower su TikTok, oltre 800mila iscritti sul canale Youtube e altrettanti follower su Instagram.

A curare in particolare l’ospitata di Mandrake sono stati i giovanissimi Mirko Cazzato (22), Francesco Pio Manca (18) e Luigi Carratta (17).

Le scuole della città che si sono dimostrate sensibili al tema e che hanno voluto offrire ai propri studenti questa importante opportunità di crescita sono state le scuole medie “Ascanio Grandi” (dirigente Maria Rosaria Manca), “Antonio Galateo” (dirigente Raffaele Lattante), “Quinto Ennio” (dirigente Biagina Vergari) e le scuole superiori IISS “Enrico Fermi” (dirigente Aldo Guglielmi), Liceo Scientifico “Giulietta Banzi Bazoli” (dirigente Antonella Manca), Polo tecnologico e professionale “Galilei-Costa-Scarambone” (dirigente Gabriella Margiotta).

Le aziende, le istituzioni e le startup presenti in questa prima edizione del SalentIA Future Fest sono state: Links Spa, Its Academy Apulia Digital Maker, BionIT Labs, Sella, Millionaire, Wired, Tiledesk, FabLab Lecce, WideVerse, Olivami, Mabasta, Andreban Studio, WeDo Academy, BanzHack, Sportzine, Ist. Galilei-Costa-Scarambone, Etica Etnica, StartNet, WonderCard, Kindom.

«È stata sicuramente una gran fatica ed una grande scommessa – hanno dichiarato i giovanissimi promotori dell’evento Francesco Pio e Luigi – ma tutto l’impegno, la convinzione e la tensione che abbiamo avuto ha portato i frutti sperati, anzi molto di più.

Abbiamo messo in atto e tradotto in pratica gli insegnamenti ed i consigli del prof. Manni, che ci ha sempre spronati al “fare” e di non preoccuparci mai di eventuali errori o “fallimenti” seguendo il fondato concetto dell’ “io non perdo mai, o vinco o imparo”.

Ci siamo messi in gioco e abbiamo giocato alla grande, alla fine diciamo che ne è stravalsa la pena. Ora che abbiamo avuto la conferma che l’esperimento è riuscito stiamo già pensando alla prossima edizione e possiamo garantire che saranno scintille. Non possiamo non ringraziare tutti i “player” che hanno contribuito non poco alla buona riuscita del SalentIA Future Fest, i dirigenti delle scuole, gli espositori, i visitatori, gli sponsor, i tecnici, i media, il Politeama, Mandrake, Giampaolo Catalano, Bianca Chiriatti e, infine, le 24 ragazze e ragazzi che ci hanno dato una gran mano nell’organizzazione e conduzione dell’iniziativa. Un grazie speciale va ad Arianna Stomeo e Tania Nobile, che oltre alla grande disponibilità, hanno dimostrato competenza e professionalità.»

 Gabriella Margiotta
Gabriella Margiotta

«Sono infinitamente orgogliosa dei nostri studenti – ha aggiunto la dirigente dell’Ist. “Galilei-Costa-Scarambone” Gabriella Margiotta – ancora una volta hanno concepito e realizzato qualcosa che va ben oltre le mura delle aule scolastiche, interagendo con gli operatori economici, culturali ed imprenditoriali del Salento e dimostrando che anche i giovani possono (e devono) essere protagonisti della loro vita e realizzare iniziative ed eventi che contribuiscono alla crescita, loro e del territorio.»

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.