Home Politica Il Mezzogiorno ha bisogno di una Cdp. Il Governo di unità nazionale...

Il Mezzogiorno ha bisogno di una Cdp. Il Governo di unità nazionale è nato per fare ciò che serve salvare il Paese


Il punto di Roberto Napoletano.

Le amministrazioni meridionali debbono cambiare completamente registro e dotarsi di quadri qualificati. Una centrale di progettazione può essere la mossa vincente per assistere chi non ce la fa, ma ancora di più per costruire una macchina pubblica di investimenti collaudata capace di garantire stabilmente risultati ben oltre l’attuazione del piano europeo. Bisogna ripetere, al passo coi tempi, un’esperienza ancora studiata nel mondo che fu la Cassa di Pescatore degli anni del Dopoguerra e dei suoi trecento ingegneri

di Roberto Napoletano, Direttore del Quotidiano del Sud – l’Altravoce dell’Italia

Alberto Quadrio Curzio appartiene nello spirito pragmatico  e nella coerenza delle analisi di sistema a quella schiatta di meridionalisti del Nord che ha dato un contributo decisivo al miracolo economico italiano del Dopoguerra e all’avvio su basi solide del processo di riunificazione economica e sociale delle due Italie poi in modo miope bruscamente interrotto dal federalismo regionale della irresponsabilità e dai suoi giochetti interessati sulla spesa storica. Penso ai Vanoni, ai Morandi e ai Saraceno di cui Quadro Curzio riproduce il connubio familiare siculo-valtellinese che ha in sé il segno della forza della unità nazionale e il timbro d’autore della speranza civile della rinascita dell’intero Paese. In tanti anni di collaborazione quando ero alla guida del Sole24 Ore ho apprezzato di Alberto Quadro Curzio la solidità comparativa delle sue analisi e l’intuizione anticipatrice delle sue proposte che rivelano la tensione morale personale per un’Europa della coesione sociale. Che è quella degli Stati Uniti d’Europa e che ha nella attuazione del Piano nazionale di ripresa e di resilienza italiano nei tempi dovuti e con le giuste priorità il suo principale banco di prova.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui