Uniti e solidali per riaprire i mercati in sicurezza

Uniti e solidali per riaprire i mercati in sicurezza

Sabato 10 aprile a Napoli gli ambulanti di Via Bologna con l’Associazione 3 Febbraio, l’Associazione dei senegalesi di Napoli, La Comune, i Cobas hanno animato un presidio per chiedere la riapertura di questo e degli altri mercati in nome del diritto a vivere e poter lavorare nel pieno rispetto di tutte le misure di sicurezza anti covid – 19.Il mercato interetnico di via Bologna è nato dalle lotte che 20 anni fa hanno visto insieme italiani e immigrati nell’intento di strappare al degrado questo angolo della piazza in nome della solidarietà interetnica e della dignità, e rappresenta tuttora un punto di riferimento contro razzismo e criminalità.Ribadiamo che soprattutto nei piccoli mercati all’aperto le chiusure sono un atto irresponsabile e irrazionale. Infatti, in questi luoghi è più possibile che altrove disciplinare il flusso di persone e avere attenzione al distanziamento.L’iniziativa ha visto la presenza di immigrati e italiani che in nome della solidarietà e dell’unità lanciano un appello ad unire le forze per affermare diritti e dignità.Si è deciso che sabato 17 aprile, dalle ore 10, gli ambulanti allestiranno con i loro banchetti una riapertura simbolica del mercato.Chiamiamo la gente solidale, gli antirazzisti, chi ha a cuore l’umanità e la dignità ad essere con noi e sostenere l’iniziativa.

Ambulanti di Via Bologna, Forum Indivisibili e Solidali di Napoliinfo: 3465708065–

Associazione Antirazzista Interetnica “3 Febbraio” – Napoli
Web: www.a3f.org – Mail: napoli@a3f.org
Tel: (+39)3465708065
Twitter: @Ass3Febbraio ; FaceBook: Ass3Febbraio


Redazione

Redazione