Cus Bari: no ad angherie sull’occupazione

Cus Bari: no ad angherie sull’occupazione

Nel disastro pandemiologico  Covid19 nessuno vampirizzi lo stato generale e in particolare quello occupazionale.

La drammatica situazione di alcuni lavoratori del CUS Bari la cui attività è sospesa e ridotti gli stipendi sembrerebbe rientrare nella sfera delle gravi problematiche occupazionali create, appunto, dalla pandemia.

Ma così non è se è vero che mentre una mezza dozzina di loro, a causa appunto della sospensione dell’attività lavorativa,  versa in condizioni economiche gravi e senza prospettive per il futuro, dall’altra il Cus Bari pare abbia assunto tre nuovi lavoratori.

Sarebbe un grave atto di sciacallaggio motivato da tornaconti individuali di chissà chi nel vertice gestionale della struttura sportiva barese.

Il Cus Bari farebbe bene a smentire le nuove assunzioni oppure a giustificarle pubblicamente, visto che tra l’altro si avvale di fondi pubblici di Università, Politecnici e, soprattutto  del Comune di Bari.

Male non farebbe l’Organismo sportivo a precisare il destino del personale sospeso, magari sin nella imminente assemblea dei soci del 18 aprile 2021. L’argomento rientrerebbe benissimo nel punto  4 all’o.d.g con “ l’approvazione della relazione tecnico-morale sull’attività svolta” ove rientrerebbe benissimo una discussione sulle nuove assunzioni e su quelle sospese.

O anche nel punto 5 con  “l’approvazione dell’Indirizzo Programmatico delle Attività per l’Esercizio 2021”.  In questo importantissimo argomento, un adeguato indirizzo programmatico dovrebbe garantire il rientro delle sospensioni.

Ci auguriamo, laddove il Comune di Bari, abbia impegnato o impegnerà danaro pubblico a favore del CUS, che la questione legata al personale sospeso venga seguita direttamente dal Primo Cittadino.  A questo non mancheremo di essere costantemente un pungolo verso chi destina danaro pubblico senza garanzia di impiego a salvaguardia dei posti di lavoro.

Michele Ladisa

Segretario Generale


Antonio Peragine

Antonio Peragine