Preziosi istanti quotidiani

Preziosi istanti quotidiani

Anna Rampini : Erboristeria delle Lettere

Finalmente è aprile e, passeggiando tra vicoli e stradine, non è insolito imbatterci in fioriture spettacolari di glicine.

Il glicine è una pianta rampicante, originaria della Cina e della Mongolia, che ha la capacità di avvolgersi a ogni tipo di supporto e di adattarsi a qualsiasi terreno.

Tra gli arbusti ornamentali è, forse, il più bello e diffuso al mondo. È una pianta molto scenografica e per questo viene usata per decorare pergolati, balconi, terrazzi, colonne, muri e archi.

È affascinante la sua capacità di arrampicarsi su qualsiasi tipo di sostegno.

Giorni fa, in una delle mie solite escursioni, mi ha sorpreso una vivace esplosione di colori. Nell’osservare i caratteristici boccioli a goccia, mi è tornata in mente un’antica leggenda piemontese legata proprio al glicine.

La leggenda narra di una giovane pastorella di nome Glicine che si sentiva terribilmente brutta.

Un giorno, persa nella sua disperazione, pianse così tanto che le sue lacrime si tramutarono in una meravigliosa pianta, che emanava un’inebriate profumo.

Circondata da tanta meraviglia e da un magnifica essenza, la ragazza smise di disperarsi e si sentì orgogliosa e fiera di se stessa, per esser riuscita a creare quella pianta meravigliosa.

Una volta ho letto che nelle filosofie orientali il glicine raffigura la coscienza dell’uomo.

Nel Buddismo Shin, infatti, questo fiore rappresenta la caducità della vita e la sua continua trasformazione.

Il messaggio che questa tradizione orientale ci vuole inviare è quello di apprezzare pienamente  e con consapevolezza ogni singolo istante della nostra quotidianità.

Vorrei concludere con uno Haiku dell’Haijin giapponese Matsuo Basho, il quale attraverso parole essenziali e immagini sobrie, prive di enfasi o di retorica, coglie momenti poetici nel tessuto della quotidianità.

 

Affaticato,

mentre cerco albergo,

mi scopro sotto i fiori di glicine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Redazione

Redazione