Giovani talenti musicali al concorso musicale “civera online 2021”

Giovani talenti musicali al concorso musicale “civera online 2021”

Premiati, tra gli altri, i violinisti Gaia Trionfera, Annastella Gibboni e Leonardo Moretti

Concorrenti provenienti da 11 regioni italiane. In Giuria anche Alessio Bidoli

Nella foto alcuni dei vincitori (dall’alto a sinistra, in senso orario: Claudia Cusumano, Ludovica Aurelia Fanelli, Roberto Reibaldi, Gaia Trionfera, Sabrina Di Maggio e Annalisa Novembrini)

Concluso l’ultimo progetto dell’associazione barese “Nuova Accademia Civera“. Si tratta del “Civera Online 2021”, più che di un concorso di musica si è trattato di una selezione finalizzata ad individuare futuri protagonisti delle manifestazioni promosse dal Consiglio Direttivo, e da pianificare non appena saranno cessate le restrizioni che attualmente impediscono al pubblico di assistere dal vivo agli spettacoli. Attraverso l’invio di un video, i concorrenti di ogni parte d’Italia hanno avuto la possibilità di essere valutati da una Giuria che ha potuto così determinare le migliori performance. Numerosi gli iscritti di arpa, canto, flauto dolce, flauto traverso, pianoforte, violino, violoncello, quartetto d’archi e strumenti a percussione provenienti, oltre che dalla Puglia, anche da molte altre regioni italiane tra cui Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Il livello artistico riscontrato nei concorrenti è risultato veramente degno di rilievo (nella giuria, tra gli altri, il violinista milanese Alessio Bidoli il quale collabora regolarmente col pianista Bruno Canino).

Sedici sono i vincitori, selezionati dai numerosi concorrenti provenienti da undici regioni italiane, che hanno portato a Bari il loro indiscutibile talento e che hanno quindi confermato le eccellenti intenzioni qualitative del “Civera Online 2021”. Lo strumento più presente in questa competizione è stato sicuramente il violino e tra i violinisti che vi hanno partecipato, ce ne sono stati alcuni particolarmente eccellenti, come Gaia Trionfera, Annastella Gibboni e Leonardo Moretti, non solo per aver superato la selezione con il massimo dei voti che la Giuria poteva attribuire, ma anche per i loro curricola, nonostante la giovanissima età. Ed è dunque il caso di ricordare alcune tappe fondamentali per la loro formazione.

Annastella Gibboni (componente della nota famiglia Gibboni) è una violinista proveniente dalla Campania. Diplomata a soli 15 anni con lode e menzione al Conservatorio “Martucci” di Salerno, ha già vinto anche altri concorsi nazionali e internazionali. Attualmente si perfeziona a Roma con Franco Mezzena e a Cremona con Salvatore Accardo. Gaia Trionfera, invece, studia all’Università di Hannover con il M° Krysztof Wegrzyn. Nata ad Assisi, suona su un violino Gennaro Gagliano ricevuto in comodato d’uso dalla Scuola di Musica di Fiesole e nel 2019 ha vinto il Premio Excellentissimus indetto dalle Cattedrali Letterarie Europee. Per quanto riguarda Leonardo Moretti (violinista proveniente dalla Lombardia) è già stato vincitore del Diapason D’Oro 2019 e del Premio Abbado 2015. Ha frequentato masterclass coi maestri Ana Chumachenco, Viktor Tretyakov, e già vanta una notevole esperienza concertistica anche all’estero.

Vere eccellenze, quindi, in questa iniziativa della Nuova Accademia Civera. Oltre ai già citati Gibboni, Moretti e Trionfera, la Giuria ha premiato anche altri violinisti tra cui i bravissimi Sabrina Di Maggio (che studia con Maria Rosaria Lamonaca presso il Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari dove per 2 edizioni consecutive è risultata “Giovane Eccellenza Solista”. E’ stata più volte apprezzata da violinisti come Franco Mezzena, Cristiano Rossi e Felix Ayo, partecipando a loro masterclass), Pietro Bagetto (che studia a Milano con i maestri Marco Fornaciari, Xhiliola Kraja e, a Salisburgo, con Paul Roczek), Enrico Massimiliano Cuculo (violinista proveniente dal Lazio, laureando al biennio di 2° livello al Conservatorio “Giovanni Battista Martini” di Bologna, ha frequentato master class e corsi di perfezionamento), Penelope Maini (dell’Emilia-Romagna, attualmente iscritta al 1° anno del Triennio Accademico di Violino presso il Conservatorio bolognese), Ludovica Aurelia Fanelli (frequenta il Conservatorio di Monopoli nella classe di Mario Donnoli, e dall’anno accademico 2018/19 è allieva anche di Gabriele Pieranunzi), Claudia Giorgio (studia col violinista Francesco D’Orazio ed anche lei è già risultata Giovane Eccellenza del Conservatorio barese dove ha partecipato a vari progetti tra cui quello dedicato al compositore Mortari. Inoltre è vincitrice di un Primo Premio Assoluto al Concorso Internazionale “Euterpe” di Corato), Annalisa Novembrini (anche lei giovanissima che, dopo aver superato l’esame di ammissione, studia attualmente al Conservatorio di Bari nella classe della Prof.ssa Mariangela Scarola), ed Alessandra Pellicani (anche lei allieva al Conservatorio barese con M. R. Lamonaca), che ha già vinto alcuni concorsi.

Tra i vincitori anche un quartetto d’archi, il Quartetto Abreu, nato all’interno del Conservatorio di Monopoli, a seguito di una selezione  svolta da Giuliana Zito, docente di Musica d’Insieme per Archi. Composto da giovanissimi musicisti, il Quartetto è già risultato vincitore in diverse competizioni. Sempre restando tra i pugliesi, il giovanissimo percussionista Roberto Reibaldi, figlio d’arte, che frequenta il Piccinni di Bari sotto la guida di Luigi Morleo. Nel 2019 ha vinto il 1° Premio Assoluto al concorso “I. Strawinsky”. Pugliese anche il violoncellista Mirko Sciambarruto, diplomato con lode a Taranto, e che ora prosegue gli studi di perfezionamento a Roma con Giovanni Sollima. Conclude la carrellata pugliese Claudia Cusumano, (laureanda in canto lirico al Conservatorio di Bari nella classe di Antonia Giove), talentuosa anche nel genere del musical.

Anche la regione Calabria ha una sua rappresentante tra i vincitori di questa iniziativa promossa dalla “Nuova Accademia Civera”: si tratta dell’arpista Giulia Moraca, allieva di Sara Simari, che inizia giovanissima lo studio dell’arpa al Conservatorio di Vibo Valentia, partecipando a diversi concorsi nazionali ed internazionali risultando sempre ai primi posti.

Come già anticipato dal direttore artistico Mario Valentino Scarangella, tutti i vincitori avranno modo di esibirsi in pubblico in una delle manifestazioni che la Nuova Accademia Civera (associazione da lui fondata a Bari con la collaborazione di Domenica Anna Mastrorocco e Nunzio Sfrecola) potrà pianificare non appena saranno riaperti al pubblico teatri e sale da concerto, senza le restrizioni e limitazioni imposte dall’epidemia pandemica.


Redazione

Redazione