Dove mettere le scorie nucleari?

Ambiente & Salute

Non so in base a quali criteri sono stati selezionati 67 siti idonei sparsi in quasi tutte le regioni italiane, nessuna delle quali ne vorrebbe sapere. Secondo me il criterio fondamentale dovrebbe essere la stabilità del sito, che non deve essere soggetto a scosse telluriche e a inondazioni, e, anche se protesteranno, il posto migliore dovrebbe essere la Sardegna. Certamente uno dei peggiori il Piemonte vicino al PO e l’astigiano vicino al Tanaro,  entrambe zone dove delle piene improvvise hanno più volte spostato il corso dei fiumi con grandi inondazioni. Una piena che scarica scorie nucleari nel Po, direttamente o attraverso un affluente avrebbe conseguenze catastrofiche per l’Adriatico, che è anche poco profondo. Insomma vedo già gli slogan delle agenzie turistiche di tutto il mondo “lasciate stare Venezia, Rimini e la costa pugliese se no tornerete verdi e facendo bip-bip” Purtroppo la maggioranza relativa della maggioranza parlamentare è costituita dai 5S, prevalentemente analfabeti (chi è andato all’Università è visto come un potenziale nemico.del popolo:.pensate, potrebbe persino capire come funzionano le votazioni sul computer della famiglia Casaleggio.

Claudio Bellavita