Principale Cronaca Travolta e uccisa dal treno, giallo sul passaggio a livello 

Travolta e uccisa dal treno, giallo sul passaggio a livello 

Un’automobilista di 34 anni è stata investita mentre attraversava i binari nel Lodigiano. Rfi nega che ci fosse un guasto all’impianto di segnalazione.

©  Widipedia –  Doppio piano trenor

Tragedia a un passaggio a livello nel Lodigiano: una donna di 34 anni è stata travolta mentre attraversava i binari con la sua auto sulla strada provinciale tra Codogno e Maleo, in provincia di Lodi. La Citroen C1 rossa è finita in un fossato e la donna che era alla guida, originaria di Pizzighettone e dipendente di un supermercato di Codogno, è deceduta sul colpo.

L’ipotesi del guasto

All’arrivo dei soccorritori la prima ipotesi è stata quella di un guasto all’impianto perché sembrava che le sbarre non si fossero correttamente abbassate per segnalare l’arrivo del treno regionale 2651 di Trenord sulla linea Milano-Mantova. Sembra infatti che le barriere mobili sulla ex strada statale 234 erano alzate e apparentemente intatte.

La smentita di Rfi

Più tardi, però, Rete ferroviaria italiana (Rfi) ha fatto sapere che dalle ispezioni condotte dai suoi tecnici è emerso che l’impianto di segnalazione era funzionante e che le semi barriere si erano regolarmente abbassate. Il sindaco di Maleo, Dante Sguazzi, ha lamentato che “si tratta della seconda tragedia in due anni a quel passaggio a livello”. “Oggi doveva essere una giornata di festa per tutti, non poteva succedere di peggio”, ha commentato. Il tratto ferroviario tra Codogno e Cremona è rimasto interrotto per ore e Trenord ha allestito un servizio bus sostitutivo

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.