Articolo Uno Pulsano, Regione 8 strategica per la provincia jonica i

Politica regionale, nazionale e internazionale

TARANTO – Nonostante sia stato già affrontato ed ampiamente smentito il tema del fasullo definanziamento di alcuni interventi nell’area jonica, tra i quali la realizzazione della cosiddetta Taranto- Avetrana, il sindaco di Pulsano, accompagnato da qualche amministratore che si presta alla messa in scena di questo triste spettacolo, diffonde informazioni distorte  sul futuro della strada Regionale 8.

Un atteggiamento questo che riteniamo pericolosissimo e irresponsabile, perché alimenta tensione e preoccupazioni infondate rispetto a quanto già chiarito dalla Giunta Regionale e persino dal direttore del Dipartimento “Opere Pubbliche, Qualità Urbana, Mobilità, Paesaggio ed Ecologia” della Regione Puglia, l’ingegnere Barbara Valenzano.

Lo ribadiamo con chiarezza, affinchè non ci siano spazi per altre farneticazioni e strumentalizzazioni: la Regionale 8 si farà nei modi e tempi previsti, per questo importante e strategico intervento per la nostra provincia non è previsto nessun definanziamento!

Anzi, fu proprio la Giunta di Michele Emiliano, nel 2016, a voler inserire nella programmazione regionale la realizzazione di tale infrastruttura, chiedendo ed ottenendo il finanziamento dell’opera nel Patto strategico col Governo.

Non si comprende pertanto come mai certa Destra insista nel sostenere un fantomatico taglio del finanziamento dell’opera, se non per cavalcare una polemica infondata a puro scopo propagandistico ed elettorale.

Incredibile poi che ad alimentare tali notizie prive di veridicità sulla gestione delle risorse in capo alla Regione sia chi è stato responsabile del fallimento economico del proprio Comune, portandolo al pre-dissesto, in pratica sull’orlo del dissesto.

Questi personaggi ‘in-credibili’ hanno lasciato le casse talmente vuote da non riuscire a sostenere, nemmeno durante l’emergenza sanitaria in corso, interventi in favore dei cittadini, che in altri comuni sono stati invece garantiti. A Pulsano, è solo grazie ai fondi ricevuti dal Governo e dalla Regione, o alla solidarietà fatta dai cittadini stessi, che i pulsanesi in difficoltà hanno potuto beneficiare di aiuti per affrontare l’emergenza. Nulla questa Amministrazione ha fatto di proprio, nulla può fare a causa degli stessi amministratori che invece continuano a chiedere più soldi agli altri Enti.

Neanche la nostra proposta di differire il pagamento dei tributi locali è stata considerata, troppo presi, gli amministratori pulsanesi, a polemizzare con altri livelli politici per distogliere l’attenzione dalla loro inerzia.

Lo sviluppo del territorio invece è stato compromesso dagli stessi con la vicenda della bocciatura del Pug, ritenuto inadeguato dalla Regione e confermato nella sua incompatibilità dalla sentenza del Consiglio di Stato, insieme al predissesto, emblema del fallimento amministrativo della Destra pulsanese, i cui danni vengono pagati cari dai cittadini.

Lezioni sul coinvolgimento politico poi arrivano sempre da chi non ha convocato Commissioni comunali né risposto a richieste ed interrogazioni urgenti per intere settimane, ricevendo persino richiamo dal Prefetto per la convocazione del Consiglio comunale in cui non era prevista la partecipazione dei cittadini.

Diffondere informazioni non corrispondenti al vero però è davvero troppo, soprattutto per chi ha ruoli di governo, che dovrebbe ricoprire con spirito di verità e senso di responsabilità.

Articolo Uno Pulsano