Storia di una famiglia e di una separazione non accettata

Femminicidio e violenza

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota integrale, senza manomissione, del prof.Prof. Dott. Criminologo Forense Giovanni MOSCAGIURO, pervenuta a questa redazione alle ore 0.33 del 24.01.2019 con la mail dello Studio professioni scienze forensi Studio delle Professioni e Scienze Forensi

Si prega voler pubblicare sulla Vostra rispettabile  testata giornalistica , di un avvenimento increscioso con violenze subite a causa di Carabinieri di Massafra e che solo in questi giorni si e’ appreso l’ufficialita’ della iscrizione nel registro degli indagati degli stessi.

Le vittime riportarono lesioni , ma , evidentemente per  alcuni P.M. occorre essere uccisi , eppure si tratta di reati procedibili d’ufficio.
Alleghiamo link che potete tranquillamente riproporre:
PER QUALCHE P.M. DI TARANTO , BISOGNA UCCIDERE

https://youtu.be/19gDCLVbOr0

I FATTI:

È LA STORIA DI UNA FAMIGLIA E DI UNA SEPARAZIONE NON ACCETTATA , NONOSTANTE LA EX CONIUGE HA A TUTT’OGGI UNA RELAZIONE ORA CONVIVENZA CON IL SUO COGNATO. COGNATO CHE È UN CARABINIERE , IN FORTISSIMA SITUAZIONE DI INCOMPATIBILITÀ AMBIENTALE, CHE HA VOLUTO COINVOLGERE ALTRI CARABINIERI IN VICENDE DEL TUTTO PERSONALI.

Sono la sig.ra Daniela De Crescenzo , Persone tranquille… una semplice famiglia di paese la nostra sino al 2014….sino ad una separazione ed un ‘inizio di tresca amorosa tra cognati  di cui lui carabiniere in servizio a Massafra, che insieme decidono di rendere la vita impossibile all’ ex marito di lei ed a tutta la sua nuova famiglia, con due piccoli , rea per la loro ottica deviata e frustrata di aver accettato il figlio avuto dalla nuova compagna di lui, a costo di coinvolgere tutta la caserma ove presta servizio il suo amante divenuto nel tempo stabile convivente. 

No non é una trama di un film!!!! É tutto vero!!!!!

Pedinamenti appostamenti aggressioni fisiche e verbali, denunce , indagini pilotate e del tutto autonome , sempre , partite da costui con l’ausilio di parte della sua caserma!!!!

Sino ad arrivare ad un’assurda  perquisizione domiciliare del 18/11/2014 data impressa nelle nostre menti, mente di gente tranquilla che ha iniziato ad avere a che fare con un mondo marcio, di falsità , di un Carabiniere deviato e frustrato , fatto di accordi Illeciti e raccomandazioni che nulla hanno a che fare con il sapore della verità e della GIUSTIZIA.Era mattina presto…. sentimmo bussare e suonare animosamente alla porta della terza abitazione cambiata nel giro di pochi mesi, perché ogni nostra casa era oggetto di attenzioni morbose di questa coppia composta da questi due cognati fredifraghi ed ossessionati da noi…. avevamo paura…. moltissima…. nemmeno tre mesi prima avevamo subita un orribile aggressione da parte di due uomini incappucciati che hanno aggredito selvaggiamente il Dott. Moscagiuro Giovanni trasportato d’urgenza in ospedale. Il bambino di 10 mesi piangeva…. stavo preparando la colazione quando sento la finestra della cucina frantumarsi avendo anche vetri addosso, la tapparella squarciarsi…. e vedo entrare loro…il tenere B. (intimo amico del F. G. il”cognato fedifrago”) e il brigadiere N. G. entrare con aria minacciosa e cattiva verso noi e addirittura pistole in pugno… Riesco ad avere l’istinto di azionare il registratore al mio telefono…. alzo lo sguardo e li vedo picchiare selvaggiamente il mio compagno , il Dott. Moscagiuro Giovanni con calci e pugni, poi si avvicinano a me e mi sfrattona o sul divano con in braccio mio figlio (ed in attesa del nostro secondogenito). Ci hanno saccheggiato la casa, rubato il telefono per impedirci di chiamare un legale, hanno preso le nostre denunce per stalking sporte verso il loro collega di caserma F. per farle leggere non solo al diretto interessato ma soprattutto di permettergli una falsa difesa e di replicare con un suo atto di Denuncia , che  ci ha visto assolti.Ma soprattutto , ci hanno tolto una cosa fondamentale la serenità…. quella serenità che avevamo prima…. quando eravamo una banale piccola famiglia di paese…

QUANDO IL TUO STALKER È UN CARABINIERE
Continua da questa storia , ve ne saranno altre che seguiranno e riguardano assoluzioni ed altro…si allega , una delle tante iscrizione dei Carabinieri nel registro degli indagati.
A seguito di quanto accaduto e denunciato , il B. G. e’ stato trasferito nella lontanissima SALUZZO , il Capitano C. V. N. , trasferito a Perugia , non in posizione di Comando , il Mar. C. trasferito , il N., in pensione
 
VOGLIATE INSERIRE LE INIZIALI PER OGNI PERSONA 
 
cordialita’
 
Prof. Dott. Criminologo Forense
Giovanni MOSCAGIURO
CARABINIERI DI MASSAFRA! NON ESISTE! O SÌ? PICCHIAMOLI!