Che fine hanno fatto le rane verdi?

Ambiente & Turismo

Se in un piccolo paese dove si conoscono tutti, si perde un cagnolino, il cagnolino ritrova subito il suo padrone, giacché tutti sanno chi è il suo padrone. Se un signore perde un mazzo di chiavi, presto le ritroverà, basta che sparga la voce. Chiudono una strada a causa di lavori in corso? Subito si viene a sapere, giacché si diffonde in un battibaleno la voce che hanno chiuso via tal dei tali. Qualsiasi cosa succede di buono o di cattivo, in poco tempo tutti lo vengono a sapere. Un quartiere di una grande città, invece, non è come un piccolo paese, alle volte non si conoscono tra loro neppure gli abitanti di una stessa strada. Nei quartieri di grandi città non ci sono i vantaggi del piccolo paese. Negli ultimi tempi, però, una sorta di magia ha fatto sì che alcuni quartieri di grandi città abbiano acquisito i vantaggi del piccolo paese. Il grande mago è Facebook.

A Colli Aniene, quartiere di Roma, si perde un cagnolino? Ecco che sul “Gruppo pubblico Colli Aniene” appare l’annuncio con tanto di foto del cagnetto, e il numero di telefono del padrone. Ed ecco la foto del mazzo di chiavi perduto. Ma si trova di tutto sul Gruppo: la signora che cerca una domestica, il signore che cerca una buona palestra, e si parla di tutto. Perché il supermercato tal dei tali tiene le acciughe fresche nell’acqua anziché nel ghiaccio? E arriva l’esperta e ti spiega tutto sulle acciughe. Le notizie volano: c’è un incendio in via Bardanzellu, è scoppiato un tubo del gas, hanno chiuso via Grotta di Gregna, attenzione alle truffe, girano certi individui che… Ci si dà un amano, ci si aiuta, proprio come avviene in un piccolo paese dove si conoscono tutti. “Che fine hanno fatto le rane verdi lungo il sentiero che porta al Casale della Cervelletta?”, ho chiesto giorni addietro. Ed ho saputo. Ho saputo perché in quella zona non ci sono più le rane verdi.

Renato Pierri