Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori Taranto – Nuovi Orizzonti perde contro la capolista imbattuta

Taranto – Nuovi Orizzonti perde contro la capolista imbattuta

Ariano Irpino – Nuovi Orizzonti 73-56: battuta d’arresto per Taranto contro la capolista imbattuta del campionato

Ferraro Group Ariano Irpino – Nuovi Orizzonti Taranto 73-56 (25-13, 43-20, 55-34)

Ariano Irpino: Moretti 16, Tsiubyk 20, Ferraretti 19, Allegro, Guilavogui 7, Armenti, Pastore, n.e., Mastrototaro 11 (All. Antonio Bellizzi)

Taranto: Smaliuk 20, De Pace, Tagliamento 10, Gobbi 6, Lucchesini 11, Saponaro n.e., Turco n.e., Cascione n.e., Martelli 7, Molino, Ivaniuk 2, Manco n.e. (All. William Orlando – 1* ass. all. Mimmo Calviello).

Note: spettatori 250 circa. Uscite per 5 falli: Smaliuk (Taranto). Nessuna per Ariano.

Arbitri: Alessandro Gensini di Cercola (Napoli) e Andrea Iorio di Napoli.

Quintetti iniziali

Ariano Irpino: Moretti, Tsiubyk, Ferraretti, Guilavogui, Mastrototaro. Taranto: Smaliuk, Tagliamento, Lucchesini, Martelli, Ivaniuk

 

Si arresta a sei la striscia positiva di risultati della Dinamo nella serie B femminile nazionale. Contro la Virtus Ariano Irpino, infatti, è arrivata la sconfitta, fuori casa: la capolista, che non ha mai perso una gara, si è imposta con il punteggio di 73-56 (25-13, 43-20, 55-34). Un insuccesso che non pregiudica affatto l’ottimo cammino sin qui disputato dalla matricola Taranto. Nemmeno il secondo posto in graduatoria, conservato davanti alla Magnolia Campobasso. Una serata storta, la trasferta in terra campana, collocata in un percorso di crescita dispendioso sul piano fisico e mentale. All’interno di un match già compromesso alla fine del primo tempo (devastanti Mastrototaro, Ferraretti, Tsiubyk), le ioniche non sono riuscite a fare il loro gioco con azioni ficcanti e hanno solamente dimezzato lo svantaggio nell’ultimo quarto, prima di cedere nel finale, al cospetto della corazzata campana presentatasi pure in formazione rimaneggiata – per Taranto si sono fatte sentire, peraltro, le assenze di Francesca Gismondi e Marzia Varvaglione. La netta sconfitta costringe al mea culpa l’allenatore William Orlando.

Ecco il suo commento nel post gara:

Una partita giocata molto male da parte nostra, da tutti i punti di vista. Mi assumo tutta la responsabilità sulla pessima prestazione della squadra. Gara, con ogni probabilità, condizionata da una mia scarsa lucidità dalla panchina, dovuta ad un mio stato di agitazione per situazioni che analizzeremo all’interno della squadra. Vanno fatti comunque i complimenti ad Ariano. E nell’analisi non va dimenticato la differenza qualitativa dei due roster: non per niente la squadra campana ha un budget cinque volte superiore al nostro. Bisogna chiudere questa parentesi non positiva e pensare alla partita con Fasano. Sicuramente l’affronteremo con uno spirito totalmente diverso”.

 

Il campionato

L’ultimo atto della stagione regolare (seguiranno le quattro partite della fase a orologio per le prime tre classificate) vedrà la Nuovi Orizzonti Taranto sfidare proprio Fasano. Che in classifica è distanziato di 6 lunghezze, avendo perso contro Campobasso, nella sesta giornata di ritorno del campionato. Nell’altro girone del raggruppamento Campania, il sud-ovest, continua la marcia trionfale di Salerno, vittorioso anche sul campo della New Cap Marigliano. Dietro Agropoli e Potenza continuano a battagliare.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.