Principale Arte, Cultura & Società Cinema & Teatro Recensione balletto fondazione petruzzelli

Recensione balletto fondazione petruzzelli

di Alessandro Romanelli

BARI – Ieri sera è stata la prima grande kermesse di grande Danza alla Fondazione Petruzzelli. All’interno della Stagione d’Opera abbiamo assistito ad un bellissimo spettacolo di balletto da parte di una “scuderia di autentici fuoriclasse della Danza”.

Complice lo spettacolo firmato da Daniele Cipriani, con coreografie tra le  più note del mondo della danza. Dalla Sheherazade di Rimski Korsakov, con le celeberrime coreografie di Fokine, e le fantasmagoriche coreografie di Marius Petipa sulle splendide musiche di Ciaikovskij e MInkus per i balletti “Il lago dei Cigni” e “La Bella Addormentata” ed il “Don Chichotte”.
Eccezionali interpreti sono stati, applauditissimi, le 12 Etoiles presenti e protagoniste.
Tutte da citare:
Mattew Golding, Alena Kovaleva, Lucia Lacarra, Vselovod Maevsky, Tatiana Melnik, Matteo Miccini, Iana Salenko, Adrian Sanchez, REbecca Storani e Alejandro Virelles.
Delle più diverse nazionalità (dalla Russia a Cuba, dall’Italia alla Francia) hanno meravigliato il foltissimo pubblico intervenuto, con applausi a scena aperta di rara intensità e calore.
il Balletto a questi alti livelli è una gioia per gli occhi e una rara bellezza per lo spirito musicale.
 Grandissima serata che verrà ripetuta sino a domenica prossima ( sabato e domenica alle 18). La Fondazione Petruzzelli ha cominciato questa stagione con il piglio giusto con folgoranti spettacoli ( si pensi allo splendido FIDELIO di Beethoven), e ci auguriamo che proseguirà in questo modo anche nei prossimi spettacoli d’opera e concerti.
                                                                                Alessandro Romanelli

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.