Principale Arte, Cultura & Società Il Gesù di Siviglia scuote le acque della tradizione

Il Gesù di Siviglia scuote le acque della tradizione

A Siviglia, a due mesi dalla Santa Pasqua, il nuovo Gesù proposto dall’artista locale Salustiano Garcia per la Settimana Santa del 2024 ha scatenato un dibattito acceso.
L’evento annuale è un’istituzione a Siviglia (un po’ come a Taranto), attrattiva per decine di migliaia di turisti ogni anno.

L’immagine, raffigurante un Gesù delicato, seminudo, e dai tratti esteticamente affascinanti, ha suscitato sia elogi che critiche.
Il Consiglio delle Confraternite della città ha elogiato il lavoro di Garcia, definendolo una rappresentazione del «lato radioso della Settimana Santa».
Da parte di alcuni gruppi cattolici di destra, in particolare dall’IPSE, noto per le sue posizioni ultraconservative, è stata espressa forte disapprovazione. Hanno definito l’immagine «vergognosa», «un’aberrazione», considerando la rappresentazione di Cristo come «effeminata».
Javier Navarro, esponente del partito di estrema destra Vox, ha avanzato l’ipotesi che l’immagine sia stata ideata «per provocare».
Il dibattito si è esteso sul piano politico, mettendo in evidenza le tensioni esistenti in seno alla società spagnola.
Salustiano Garcia si è difeso, spiegando che la sua creazione ha avuto come ispirazione suo figlio, Horacio, descritto come «gentile, elegante e bello». Ha sottolineato di aver realizzato l’opera con «profondo rispetto», sebbene la rappresentazione si discosti dal suo stile abituale.
L’artista ha spiegato che, per lui, la creazione ha una connessione emotiva profonda, legata alla perdita del fratello a dodici anni. La figura di Gesù da lui proposta mira a «confermare la risurrezione nella memoria di mio fratello».
Nonostante le controversie locali, l’opera ha già fatto il giro del mondo, evidenziando come l’arte possa diventare veicolo di riflessione e dialogo su temi profondamente personali e spirituali.
La vicenda del Gesù di Siviglia rappresenta un esempio di come l’arte contemporanea possa sfidare le convenzioni, generando dibattiti e stimolando la riflessione sulla tradizione e la spiritualità.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.