Principale Arte, Cultura & Società Le parole al loro posto

Le parole al loro posto

Un connubio magico di parole e musica con Daniela Morozzi e Giuseppe Scarpato al Teatro Fusco

Daniela Morozzi, rinomata autrice, regista e attrice, ha portato la sua arte al Teatro Fusco, concludendo in modo trionfale la XVII Rassegna Provinciale del Volontariato e della Solidarietà, organizzata dal Centro Servizi Volontariato di Taranto.
Per Le parole al loro posto, Morozzi ha collaborato con il talentuoso musicista Giuseppe Scarpato, noto chitarrista e compositore napoletano.
La performance, arricchita dalle musiche originali di Scarpato, ha coniugato magistralmente la potenza delle parole e l’incanto della musica, coinvolgendo il pubblico in un’esperienza ispirazionale.
Il cuore dello spettacolo attinge da una rilettura poetica del “Manifesto per fare bene insieme” e guida una riflessione sul profondo significato di essere comunità in un’epoca fragile.

Attraverso la fusione di musica e parole, Morozzi e Scarpato hanno dato voce a coloro che dedicano il loro tempo, la loro energia e le loro idee per il bene comune, evidenziando che la storia è, alla fine, un luogo di incontri significativi.
Sul palco, la presenza magnetica di Daniela Morozzi, celebre per la sua interpretazione in Distretto di Polizia e per film memorabili come Ovosodo e Baci e Abbracci. Oltre al suo successo sul grande schermo, Morozzi si è distinta come attivista sociale, affrontando temi sensibili legati al mondo femminile, alle migrazioni e alla legalità. La sua partecipazione attiva in importanti campagne di solidarietà la rende una figura di spicco nel panorama dell’impegno sociale.
Accanto a Morozzi, il virtuoso musicista Giuseppe Scarpato, chitarrista, arrangiatore e compositore con oltre 25 anni di esperienza. Docente presso la Lizard di Fiesole, Scarpato ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama musicale italiano, collaborando con alcuni dei più grandi artisti del settore. Il suo stile chitarristico eclettico, che abbraccia generi come rock, blues, country e hard rock, ha contribuito a creare un’atmosfera unica nello spettacolo.
Le parole al loro posto ha rappresentato non solo un momento artistico straordinario ma anche un’occasione di riflessione profonda sulla solidarietà e sull’importanza di essere parte attiva nella costruzione di una comunità più consapevole e solidale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.