Principale Arte, Cultura & Società A Grottaglie la Scuola di Focra delle “Reti di Menti”

A Grottaglie la Scuola di Focra delle “Reti di Menti”

Giuseppe Chirico con ragazzi e famiglie del Campus e la Focra

A Grottaglie la Scuola di Focra delle “Reti di Menti”

Coinvolti nel progetto gli alunni delle scuole e i ragazzi del campus di Grott’Art e Fortitdo Grottaglie che hanno anche realizzato una loro piccola Focra!

Proseguono le attività del progetto “Reti di Menti” che vede all’opera aziende, istituzioni, scuole ed Enti del Terzo Settore operare insieme per lo sviluppo sociale ed economico del territorio del Gal Magna Grecia.

«In questo periodo le “Reti di Menti” – ha annunciato la progettista e project manager Maria Teresa Marangi – sono impegnate in attività a favore del futuro di una delle più importanti tradizioni di Grottaglie: la Focra, una enorme pira che da secoli viene incendiata in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono San Ciro, ricordandone così il martirio. Siamo convinti che lo sviluppo sociale di un territorio comprenda anche la promozione e la valorizzazione delle sue antiche tradizioni che possono rappresentare anche un attrattore turistico. Ringrazio l’associazione “Amici della Fo’cra”, che cura l’allestimento della pira grottagliese, per la preziosa collaborazione nelle nostre attività a favore dei più giovani».

Giuseppe Chirico e Marco Spartano allestiscono Focra

Nei giorni scorsi le “Reti di Menti”, infatti, hanno allestito in scuole di Grottaglie, il Nido d’Infanzia “L’Arcobaleno” della Cooperativa Futura Rudiae e l’I.C. Comprensivo “Pignatelli”, l’innovativo teatrino “Kamishibai” al cui interno vengono fatte scorrere tavole sulla storia di San Ciro che viene narrata ai bambini, in modo moderno e gioioso, dall’attrice e operatrice culturale Clara Magazzino.

Un’altra attività delle “Reti di Menti” è in corso presso il campus dell’associazione di promozione turistica Grott’Art e di Fortitudo Grottaglie, in via Madonna di Pompei, affianco alla omonima chiesa.

Qui Pasquale Chirico, un anziano Maestro dell’associazione Odv “Amici della Fo’cra”, dopo aver illustrato ai ragazzi del campus la tradizione della Focra, li ha poi guidati nell’allestimento di una loro piccola pira, aiutato in questo da Marco Spartano, un diciottenne che fin da piccolo ha coltivato questa passione.

In pratica nel campus di Grott’Art e Fortitudo Grottaglie, grazie al progetto “Reti di Menti” è stata allestita una vera e propria “scuola di Focra” in cui si tramanda questa meravigliosa tradizione ai giovani grottagliesi in modo che possa perpetuarsi in futuro.

PROGETTO “RETI DI MENTI”

Il Progetto “Reti di Menti” è finanziato dal Gal Magna Grecia nell’ambito della Strategia di Sviluppo Locale avvalendosi di risorse del FEASR – PSR 2014-2020, in particolare mediante l’Azione. 4 “Innovazione Sociale” per favorire iniziative di innovazione sociale attivate da partenariati di imprese agricole con altri soggetti pubblici e/o privati.

Partner del progetto “Reti di Menti” sono Associazione Isonomia, Associazione Grott’Art Aps, Cooperativa Sociale Futura Rudiae e Azienda agricola Crescente Vincenzo.

Il progetto “Reti di Menti” mira a sviluppare nuove idee, processi, metodologie, servizi e prodotti che possano creare benessere per la comunità soddisfacendo le necessità della stessa.

Redazione Corriere di Puglia e Lucania 

Corriere Nazionale

Stampa Parlamento

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.