Principale Ambiente, Natura & Salute Il CIF metrpolitano Bari, premia al Museo Civico nuovi poeti e scrittori...

Il CIF metrpolitano Bari, premia al Museo Civico nuovi poeti e scrittori con il concorso “Francesca Pisculli, una donna per la vita”

Bari – Si terrà venerdì 2 febbraio 2024 al Museo Civico di Bari la premiazione del concorso letterario “Francesca Pisculli, una donna per la Vita”, giunto alla quarta edizione.

Il concorso, ideato da Cristina Maremonti, presidente del CIF Metropolitano  Bari, mira a intercettare nuove penne nell’ambito poetico e narrativo, premiandole e rilegando i contenuti in una antologia editoriale cartacea, e spiega che il concorso ha voluto dedicarlo ad una Persona speciale che ha fatto nascere tantissimi bambini, l’ostetrica Francesca Pisculli, fidato braccio destro dell’eccelso e unico Professor Filippo Maria Boscia.

Il CIF (Centro Italiano Femminile) è un’associazione di donne, senza fini di lucro, fondata nel 1944, oggi presente in tutte le regioni italiane (in circa 100 province e oltre 500 comuni) con proprie sedi e servizi.

Opera in campo civile, sociale e culturale per contribuire alla costruzione di una democrazia solidale e di una convivenza fondata sul rispetto dei diritti umani e della dignità della persona secondo lo spirito e i principi cristiani, la Costituzione e le leggi italiane, le norme del diritto comunitario e internazionale.
È soggetto autonomo rispetto ai partiti politici e a qualsiasi altro movimento, e assume i valori della democrazia nelle strutture e nell’azione.
Il CIF svolge azione di presenza e di partecipazione in ogni ambito sociale e istituzionale e stabilisce rapporti di collaborazione con istituzioni, enti e associazioni, sia pubblici sia privati, per il perseguimento delle finalità associative. (Statuto, art. 1)

Ma tra le tantissime iniziative a carattere culturale e benefico, la presidente Cristina Maremonti va orgogliosamente fiera della sua creatura: BITLIBRI, dove Bit sta per le tre lettere iniziali di Bitritto,  cittadina in cui Cristina ha fondato 10 anni fa la sezione locale del CIF, prodigandosi in attività a favore delle donne ma anche dell’intera cittadinanza.

La mission di BitLibri è appunto diffondere la Cultura con la C maiuscola. E’ un appuntamento imperdibile che si svolge ogni anno nel mese di giugno, e ha ospitato scrittori eccelsi e famosi, facendo il “tutto esaurito” nella piazza principale, attraendo non solo i residenti, ma spettatori dall’intera provincia.

“La cultura – spiega Maremonti – deve essere gratuita, non si deve pagare nessun ticket per accedervi. Ecco perchè BitLibri è ad accesso libero. Tutti sono invitati, ogni fascia di età, perché dobbiamo tenere a mente, che la conoscenza apre tante strade verso la migliore realizzazione personale di ognuno di noi: più conosciamo, più abbiamo potere di azione nella società.”

Il CIF guidato da Cristima Maremonti, pullula di idee e conseguentemente di fatti : l’ultima iniziativa con una raccolta fondi a favore dell’Oncologico di Bari, è stato il concerto – giunto alla quarta edizione – svoltosi nell’auditorium del Palazzo della Guardia di Finanza al quartiere San Paolo di Bari.

“Grazie  – racconta Maremonti – alla immensa sensibilità delle Fiamme Gialle, il CIF Metropolitano Bari, ha potuto organizzare per la seconda volta l’evento nell’auditorium, e i fondi raccolti, sono serviti per acquistare caschetti per evitare di far cadere i capelli, durante la chemioterapia, alle pazienti oncologiche. Inoltre, abbiamo fornito ogni stanza di minifrigo, al fine di rendere la degenza ospedaliera più confortevole”.

Nell’Oncologico di Bari, inoltre, il CIF ha una stanza dedicata che si chiama ‘Stanza del benessere’ che mira appunto a donare alle pazienti, momenti che le accompagnino serenamente durante il loro percorso di terapia. “Insegniamo a volersi bene – spiega Cristina – e cerchiamo con autentico affetto di essere vicine umanamente a coloro che hanno una malattia oncologica”.

“Siete tutti invitati – conclude Cristina Maremonti –   il 2 febbraio alla presentazione del libro scritto da Gigi Mintrone, un ragazzo che nonostante tutte le avversità della vita ha saputo raggiungere mete quasi impossibil. Gigi, nato con una tetraparesi spastica, patologia fortemente invalidante, non si è mai arreso e in questo suo primo libro “Mamma colorami il cuore” Edizioni Secop ha deciso di raccontarsi. Dialogherà con lui Beatrice Zippo. Al termine premieremo i vincitori della quarta edizione del Concorso letterario “Francesca Pisculli, una donna per la vita” inserito all’interno del nostro festival Letterario BITLibri- Vi aspetto numerosi venerdì 2 febbraio ore 17.30 Museo Civico Bari”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.