Principale Ambiente, Natura & Salute Agroalimentare & Enogastronomia Cannerozzi e polipetti e cannerozzi con le cozze

Cannerozzi e polipetti e cannerozzi con le cozze

Con le ricette sui cannerozzi continua il nostro viaggio nella storia della pasta lucana

 

Cannerozzi e polipetti

Ingredienti

300 gr. di cannerozzi

3 polipetti

2 spicchi di aglio

Tre cucchiai di olio

6 pomodorini tipo pachino

1/2 bicchiere di vino bianco secco

1500 cl di brodo di pesce

Prezzemolo

Sale

Preparazione:

Pulire e lavare i polipetti, quindi tagliare a pezzetti piccoli utilizzando le forbici , più comode. Soffriggere i due spicchi d’aglio nell’olio, appena dorati toglierli. Aggiungere i polipetti e far rosolare , devono diventare rossi, innaffiate con il mezzo bicchiere di vino e far sfumare”. Aggiungere i pomodorini a pezzetti Dopo qualche minuto di cottura aggiungere mezzo litro di brodo di pesce e far cuocere per 8 minuti A questo punto aggiungere i cannerozzi i e ricoprire con il brodo di pesce. Rigirare con una “cucchiarella” di legno e continuare ad aggiungere brodo man mano che si asciuga fino alla cottura della pasta. Come fosse un risotto ma utilizzando il tegame. La pasta deve risultare, alla fine, non troppo asciutta ma neanche brodosa. Aggiustare di sale e pepe. Spargere il prezzemolo sulla pasta e servire.

Cannerozzi con le cozze

 

Ingredienti:

1 kg di cozze

400 gr cannerozzi

500 g pomodori pelati

Sale

Aglio 1 spicchio

Prezzemolo:

Pepe

Olio d’oliva

 

Preparazione:

Lavare le cozze, aprirle, staccare il mollusco e tenere da parte la loro acqua. In una teglia mettere l’olio e l’aglio e far rosolare, quando l’aglio avrà preso colore toglierlo e unire le cozze e la loro acqua. Far cuocere per tre minuti circa. In un altro recipiente mettere un poco di olio e il prezzemolo tritato, quindi aggiungere il pomodoro, aggiustare di sale e pepe e far cuocere a fuoco vivace per 10 minuti circa.
Unire le cozze e far insaporire per qualche minuto. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e condirla con il sugo preparato

Federico Valicenti 

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.