Principale Politica Autonomie locali Autonomia differenziata, facciamo un po’ di chiarezza!

Autonomia differenziata, facciamo un po’ di chiarezza!

di Mario Conca
A proposito di autonomia differenziata va preliminarmente evidenziata la schizofrenia e la mistificazione storica operata da quei partiti che oggi si professano contrari.
Le lotte che portarono all’autonomia federale, con l’istituzione delle regioni nel 1970, furono rivendicate dall’allora sinistra in nome della Costituzione dei Padri Costituenti. Sempre il cosiddetto centrosinistra nel 2001, capeggiati da D’Alema e Amato, vollero la riforma della Costituzione del 1948 che si volle adeguare alla nuova realtà dell’ordinamento regionale, alla riforma degli enti locali realizzata nel decennio 1990-2000 ed al decentramento amministrativo ancora in corso. Infine va sottolineato che il titolo V è stato riformato per dare piena attuazione all’art. 5 della Costituzione, che riconosce le autonomie locali quali enti esponenziali preesistenti alla formazione della Repubblica Italiana.
Fatta questa doverosa premessa per gli smemorati e al netto dell’annosa questione meridionale buona per ogni stagione, chi è causa del suo male dovrebbe piangere se stesso, vanno ribadite questioni lapalissiane. È fatto noto a tutti gli intellettualmente onesti che al sud siamo differenziati perché da molti decenni, alla buona amministrazione, siamo più dediti al clientelismo politico, alle ruberie piccole e grandi, all’inciviltà di tanti che ci ha portato a far sembrare normale il vederci spacciati i diritti come favori. È notizia di Banca d’Italia di qualche settimana fa che le regioni del sud non sono riuscite a spendere 83 miliardi di fondi europei a loro assegnate.
È notizia di un paio di mesi fa che la Puglia ha perso un finanziamento statale di 318 milioni, che dovevano servire per la costruzione dei nuovi ospedali (Melpignano, Bari Nord e un pezzo dei Riuniti di Foggia), per avere fatto scadere i termini triennali per la presentazione della documentazione necessaria. La domanda nasce spontanea, se non riusciamo a spendere i soldi assegnati, siamo sicuri che i nostri problemi siano causati dalle regioni del nord? Fintanto che perderemo tempo a dare colpe a chicchessia, non cresceremo mai.
De Luca ed Emiliano del PD paventano addirittura il rischio della fuga del personale sanitario per via di accordi integrativi regionali per la gestione degli operatori e dimenticano che abbiamo già gli accordi integrativi (AIR PUGLIA 2007), dimenticano che abbiamo già una sanità differenziata per via dell’assenza di merito nelle nomine apicali che si traducono in disavanzi e inefficienze gestionali, anche per via di norme capestro come il decreto legislativo N. 124 del 1998 che nessuno ha inteso abolire, dimenticano l’evidente malfunzionamento della giustizia contabile e penale.
Dimenticano che abbiamo già una scuola differenziata per via del dimensionamento scolastico mai perfezionato, abbiamo una carenza di corsi a tempo pieno e asili nido, abbiamo lasciato le scuole superiori in mano a province e città Metropolitane con tante deleghe, pochi soldi e personale inadeguato.
Chi oggi si dice contrario, dopo essere stato favorevole per decenni, dovrebbe sapere che con i propedeutici lep noi potremo solo ottenere maggiori trasferimenti statali per lenire il Gap e, magari, responsabilizzandoci potremmo diventare più virtuosi. Io sono favorevole nel dare piena applicazione al titolo V, voluto soprattutto da quelli che oggi si lamentano nel lontano 2001, per dare responsabilità dirette alle regioni che oggi su molti temi si muovono su principi generali fissati dallo Stato e, per queste e altre ragioni, si creano alibi per nascondere le proprie responsabilità. Come stanno facendo da mesi Emiliano e De Luca del PD che, dopo dieci anni di silenzi con i loro governi, ora se la prendono con la Meloni per confondere i cittadini spesso distratti e smemorati.
Io credo che la sfida, semmai perfezionata e attuata fino in fondo, potrà solo darci opportunità di crescita e costringerci ad essere virtuosi perché non potremo scaricare colpe a destra e a manca.
Tanto vi dovevo

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.