Principale Politica Manovra finanziaria all’attenzione della seconda Commissione

Manovra finanziaria all’attenzione della seconda Commissione

L’organismo consiliare sarà nuovamente convocato. Il presidente Braia: “Mi riservo di aggiornare la seduta. Restiamo in attesa di ricevere i dati inerenti alle estrazioni e ai flussi finanziari alle compensazioni ambientali”

POTENZA -La seduta della seconda Commissione consiliare (Bilancio e Programmazione), presieduta dal consigliere Luca Braia (Italia Viva – Renew Europe), si è aperta questa mattina dopo la riunione della prima Commissione (Affari istituzionali), con la discussione sulla manovra finanziaria.

All’ordine del giorno, le audizioni inerenti il “Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR) 2024/2026”, la “Legge di Stabilità regionale 2024” e il “Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2024/2026”.

Il presidente Braia, a inizio lavori, ha precisato il perché della convocazione straordinaria della seconda Commissione: “Servono le informazioni utili per le valutazioni del caso, poiché le Commissioni non possono lavorare senza gli elementi di dettaglio che, puntualmente, vengono richiesti. Non è possibile approvare un Bilancio con una serie di punti interrogativi. Per questo motivo i lavori dell’organismo consiliare sull’argomento erano stati aggiornati ad oggi”.

La seduta ha visto l’alternarsi delle audizioni del direttore generale per la Programmazione e la gestione delle risorse strumentali e finanziarie, Alfonso Morvillo (che ha partecipato alla sessione in videocollegamento) e della Dirigente dell’Ufficio Risorse finanziarie e bilancio, Alessandra Campa. Hanno partecipato alla discussione anche il direttore generale del Dipartimento regionale Politiche agricole, alimentari e forestali, Emilia Piemontese e Luigi Pierro dell’ufficio Risorse finanziarie e Bilancio. La disamina ha riguardato, in particolare, le risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) e altri aspetti e voci di dettaglio della documentazione finanziaria.

Dopo aver ascoltato i vari interventi, i lavori sono stati rimandati ad una prossima seduta che “sarà convocata ad horas”, come ha annunciato il presidente Braia: “Restiamo in attesa di ricevere, come già chiesto, i dati inerenti alle estrazioni e ai flussi finanziari ed economici relativi alle compensazioni ambientali rivenienti dalle intese con le compagnie petrolifere a partire dall’anno 2020”.

Hanno partecipato alla seduta consiliare, oltre al presidente Braia, i consiglieri regionali Baldassarre (Idea), Bellettieri (FI), Coviello (FdI), Giorgetti (Gruppo Misto), Perrino (M5S), Cifarelli (PD).

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.