Principale Arte, Cultura & Società Cinema & Teatro Il concerto di Nikolaj Luganskij è stato una delle perle della nuova...

Il concerto di Nikolaj Luganskij è stato una delle perle della nuova Stagione della Fondazione Petruzzelli.

di Alessandro Romanelli

BARI – Il concerto di Nikolaj Luganskij è stato senza dubbio una delle perle da ricordare della nuova Stagione concertistica 2024 della Fondazione Petruzzelli.
Un programma incastonato tra compositori russi e polacchi del calibro di Rachmaninoff e Chopin, con una raffinata apertura romantica del grande Felix Mendelssohn-Bertoldy dedicata alle sue più intense pagine pianistiche: le romanze senza parole.
Ma è indubbiamente dopo con Chopin, intimamente vissuto e riproposto con tocco sublime e poesia inarrivabile,che Lugansky ha mostrato a tutti il suo grandissimo valore, non solo come straordinario pianista pirotecnico e virtusistico, ma come centellinatore di atmosfere delicatissime e celestiali.

Im particolare, nella Ballata n. 4 abbiamo riassaporato le sonorità cosmiche di Gilels e Richter, indimenticabili pianisti del passato.
Da incorniciare poi le opere di Rachmaninoff, di cui Luganskij e senza ombra di dubbio il massimo esecutore odierno
Quindi, si è passati dalle introspettive Variazioni su un tema di Chopin, ai Rutilanti Preludi di Rachmaninoff. La Marcia finale in particolare ci ha fatto sobbalzare come feriti da una scossa elettrica. Meravigliosa e trascinante. Questo Artista è davvero un grande.

Alla fine del bellissimo concerto, due bis russi per non perdere il filo del discorso. Grande entusiasmo e meritate ovazioni da parte di un pubblico da “sold out”.

Un concerto da ripetere senza dubbio alcuno. Un suggerimento al Sovrintendente?quello di ospitare una pianista sublime che aspettiamo di riabbracciare da 40 anni. La affascinante Helene Grimaud, mai ospitata a Bari. Sarebbe un regalo davvero straordinario per noi.

Alessandro Romanelli

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.