Principale Italpress news Cecchettin, Acca Larentia e Pozzolo casi di cronaca più citati sui media

Cecchettin, Acca Larentia e Pozzolo casi di cronaca più citati sui media

ROMA (ITALPRESS) – E’ il femminicidio di Giulia Cecchettin il fatto di cronaca più ricorrente su radio e tv italiane negli ultimi tre mesi: dal 29 ottobre al 17 gennaio il nome della studentessa uccisa dall’ex fidanzato, vicenda che ha scosso l’opinione pubblica, è stato infatti pronunciato 4.884 volte, 2 volte e mezzo all’ora. Lo rileva il monitoraggio sui principali canali televisivi e radiofonici nazionali svolto da Mediamonitor.it, piattaforma che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da oltre 35 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato.L’indagine di Mediamonitor.it, focalizzata sui principali fatti di cronaca di fine 2023 – inizio 2024, vede in seconda posizione la voce “Acca Larentia” (1.121), sotto i riflettori per i saluti romani dei militanti di estrema destra in occasione della commemorazione della strage del 1978, mentre il terzo posto è appannaggio di Emanuele Pozzolo (1.058), il deputato di Fratelli d’Italia sospeso dal partito dopo che, la notte di Capodanno, dalla sua pistola era partito un colpo che aveva ferito una persona.Ai piedi del podio, con 1.024 menzioni, troviamo l’alluvione che ai primi di novembre ha funestato la Toscana, seguita da Vanessa Ballan (976), la giovane donna uccisa dall’uomo con il quale aveva avuto una relazione e che aveva denunciato per stalking.Sesta posizione per Saman Abbas (873 citazioni), la diciottenne pakistana per la morte della quale, proprio prima di Natale, la Corte di Assise di Reggio Emilia ha condannato all’ergastolo i genitori della ragazza. Si torna a parlare, diciassette anni dopo, della “strage di Erba” (678), in vista della revisione del processo che aveva condannato i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi. Subito dopo troviamo Giovanna Pedretti (441), la ristoratrice lodigiana trovata morta dopo il clamore mediatico suscitato dalla sua risposta via social alla recensione di un cliente che lamentava la presenza di disabili e gay nel locale, una recensione la cui veridicità era stata messa in dubbio dallo chef Lorenzo Biagiarelli e dalla sua compagna Selvaggia Lucarelli. Secondo Mediamonitor.it al nono posto tra i casi di cronaca più citati dai media italiani negli ultimi 3 mesi c’è Alexandru Ivan (379), il quattordicenne vittima di una sparatoria all’interno di un parcheggio vicino la fermata della metro di Roma a Monte Compatri e, in decima e ultima posizione, Rossella Cominotti (338), uccisa l’8 dicembre scorso dal marito con il quale aveva progettato un omicidio-suicidio.
– foto: Agenzia Fotogramma –(ITALPRESS).

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.