Principale Arte, Cultura & Società I numeri della mostra “Caravaggio e il suo tempo” è la dimostrazione...

I numeri della mostra “Caravaggio e il suo tempo” è la dimostrazione che la cultura non è ancora morta

di Sergio Fanelli

MESAGNE – Si è conclusa da poca una mostra che ripercorre l’arte seicentesca e il genio di Caravaggio nel Castello Normanno Svevo di Mesagne in Puglia. Sono state registrate tremila presenze, un dato caldo, di speranza che rende unanimi i consensi sia dei visitatori che degli addetti ai lavori

L’alto numero di presenze alla mostra palesa quanto il potere artistico riesce ancora a suscitare un forte ascendente sullo stupore e la curiosità di uomini ormai invasati dal divertissement: un contesto culturale dove le esperienze che viviamo quotidianamente si limitano alla distrazione ludica, alla ricerca di qualcosa che smuova le nostre vite senza inciderle con insegnamenti nuovi,  non è scontato provare stupore di fronte ai chiaroscuri di Caravaggio. Ma come potrebbe essere altrimenti. Viaggiare nella fantastica stagione del Seicento dove fioriscono e si intrecciano nuovi talenti che percorrono strade diverse come quella del classico, è una rivoluzione all’ordinario contemporaneo.

«L’evento ha rappresentato il perfezionamento di un percorso che la città di Mesagne, grazie all’apporto imprescindibile della Regione Puglia, che oggi si configura come una delle esperienze di destagionalizzazione turistica meglio riuscite», afferma il sindaco di Mesagne Antonio Matarrelli.

La forza non è solo turistica, ma anche scolastica. Il portone normano è stato varcato da più di seimila alunni e studenti che hanno avuto aperte le porte a una cultura generatrice di futuro, un futuro sicuro e lontano dalla degenerazione delle menti a cui assistiamo oggi.

«Il prossimo progetto sarà un viaggio attraverso sette secoli di arte italiana, da Giotto fino ai nostri giorni, passando da Leonardo Da Vinci, Raffaello, ancora Caravaggio, Bernini e Canova, fino a Boldini e Pascali», conclude Pierangelo Argentieri, a capo della rete di imprese “MICExperience.

I numeri segneranno lo sguercio decisivo a questo presente asettico e immunizzato ai piaceri del sapere, oppure solo una mosca bianca schiacciata dalla zanzariera del divertimento?

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.