Principale Estero Viaggi & Turismo Vanlife: la guida completa per viaggiatori

Vanlife: la guida completa per viaggiatori

Ci sono influencer come Gianluca Gotto che hanno reso la “vanlife” un vero e proprio trend; girare l’Italia, l’Europa o addirittura il mondo attraverso una casa su ruote è diventato un modo originale ed economico per vivere il viaggio in una modalità nuova, molto più rispettosa dell’ambiente e a diretto contatto con i local. Tra i  volti femminili che ne hanno mostrato le potenzialità c’è anche Irene Pila che ha unito la passione per lo sport e quella dei viaggi con tour on the road in località come la Spagna e la Francia a bordo di mezzi dal design vintage.

Cos’è la Vanlife

Si tratta di uno stile di vita che ha guadagnato popolarità negli ultimi anni, soprattutto tra i giovani avventurosi e coloro che cercano un senso di libertà e semplicità. Il termine si riferisce alla pratica di vivere in modo permanente o semi-permanente in un veicolo attrezzato, solitamente un furgone o un camper.

I viaggiatori personalizzano i loro veicoli per renderli confortevoli e funzionali trasformandoli in una vera e propria casa su ruote, con letti, cucine, spazi per lavorare e talvolta persino bagni; in alcuni casi viene attrezzato uno spazio outdoor scegliendo mobili specifici: per esempio puoi elige uno salotto da giardino come quelli presenti su questo e-commerce e arredare un ambiente esterno per goderti al massimo la bella stagione e il contatto con la natura. Molti di loro viaggiano costantemente, esplorando nuovi luoghi, godendo della natura e incontrando persone con idee affini lungo il percorso prediligendo una carriera digitale come freelance.

Scegliere il mezzo adatto

La scelta del veicolo è fondamentale; deve essere abbastanza grande per vivere comodamente, ma anche efficiente dal punto di vista del consumo di carburante: i modelli più performanti sono i furgoni Volkswagen, i Mercedes Sprinter e i Ford Transit.

Via libera alla camperizzazione

Puoi trasformare il tuo furgone in una casa su ruote installando un letto, una cucina compatta, spazio per l’archiviazione e, se possibile, un bagno. Utilizza materiali leggeri per non sovraccaricare il veicolo e affidati a video tutorial e altre guide online che ti guidano passo a passo; potresti affidarti a professionisti del settore ma potrebbe costarti di più e soprattutto toglierti parte della magia.

Considera l’installazione di pannelli solari sul tetto per l’energia elettrica: avere un sistema di raccolta dell’acqua e un buon isolamento può persino rendere la quotidianità più pratica.

La vita digitale non può aspettare

Per coloro che lavorano in remoto, avere una connessione internet affidabile è vitale. Considera un piano dati mobile o un hotspot: potresti valutare una carriera da influencer o comunque divulgare le tue esperienze tramite social. Un portale particolarmente indicato? Instagram con i Reel oppure TikTok dove c’è ancora molto spazio per crescere e portare un nuovo progetto.

L’importanza dell’assicurazione

Quando si intraprende un viaggio con un camper o con un mezzo camperizzato è importante scegliere un piano assicurativo completo che tuteli, soprattutto quando si pensa di affrontare un lungo chilometraggio in zone meno servite.

Oltre alla copertura RC del proprio van, viene consigliata un’assicurazione di viaggio che possa coprire i viaggiatori sia in termine di cure mediche che di responsabilità civile. Affidarsi ad una compagnia assicurativa è la scelta migliore e più tutelante.

Dove parcheggiarlo per dormire?

Devi sapere che oltre all’aspetto prettamente avventuroso, ci sono delle regole da seguire che variano da Stato a Stato. In linea di massima, dopo essersi documentati, potresti valutare di fermarti in una piazzola apposita dedicata al camping o preferire la sosta libera dove però non sono previsti servizi.

Per chi è alle prime armi, una buona opzione è valutare una experience in Italia con un viaggio on the road alla scoperta delle bellezze del territorio: non ci sono limitazioni neppure per quanto riguarda la sosta libera, purché si rispetti l’ambiente evitando lo scarico sul suolo pubblico.

Vanlife green: come rispettare il pianeta

Viaggiare in modalità sostenibile è tra i trend del 2024: già lo scorso anno abbiamo visto crescere esponenzialmente questa tematica, fino a diventare un topic del momento. Se per farlo vengono promossi mezzi di trasporto pubblici come il treno o il cicloturismo, è possibile essere rispettosi dell’ambiente anche con un van?

L’hype generato da sociale come Instagram che hanno reso la vanlife sempre più amata per il contatto con la natura e la libertà ha mostrato come sia possibile scegliere questo stile di vita senza impattare eccessivamente.

Per potersi considerare viaggiatori green con un van è consigliato optare per soluzioni di energia pulita, prestare attenzione ai prodotti beauty e ai detergenti utilizzati e soprattutto evitare di produrre rifiuti prediligendo soluzioni compostabili e riciclabili.

greenconsulting.it/

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.