Principale Ambiente, Natura & Salute Agroalimentare & Enogastronomia Olio extravergine d’oliva, dono degli dei, pregi e virtù dell’oro verde, a...

Olio extravergine d’oliva, dono degli dei, pregi e virtù dell’oro verde, a Toritto

Toritto – Oro verde, quanti non sanno che l’olio evo combatte l’insorgenza dei tumori, è antiinvecchiamento, fa benissimo al cuore, combatte il diabete? Se n’è parlato oggi in un convegno dal titolo “L’olio d’oliva, un alimento intelligente”, svoltosi nel frantoio dei Fratelli Macchia a Toritto.

Introducono l’evento, il sindaco di Toritto, Dionisio Rotunno, e la presidente della Pro Loco di Toritto, Stefania Buccomino.

“L’olio d’oliva  – spiegano Giuseppe Cascella e Loredana Battista,  del Comune di Bari, ideatori del convegno – quello extravergine è probabilmente l’alimento piu’ straordinario esistente in natura e durante il nostro incontro, oggi abbiamo percorso  un  affascinante viaggio nel passato, nel mondo antico con il prof. Aldo Luisi”.

“Sin dai tempi greci e romani – racconta Luisi – era considerato un dono degli dèi, e la sua produzione e consumo erano spesso accompagnati da rituali religiosi. nelle antiche credenze greche, le olive erano associate a Atena, dea della saggezza, e la produzione dell’olio era vista come un atto di gratitudine verso gli dèi per il loro favore”.

Immensi sono i benefici per la salute. A dirlo la professoressa Filomena Corbo: “fa bene al contrasto di trombosi, ictus, infarti, neoplasie. Inotre è ottimo per combattere il diabete, ha proprietà analgesiche e antinfiammatorie, nonché cosmetiche. L’olio evo – aggiunge Corbo – supporta l’intestino ad avere il suo regolare funzionamento, regolarizza i valori del colesterolo nel sangue. Inoltre ha proprietà anti.invecchiamento sulla pelle. E previene tumori della pelle e del cavo orale”.

Presente anche Francesco Paolicelli, presidente della Commissione Sviluppo Economico della Regione Puglia : “Non dimentichiamo il connubio agricoltura,turismo ed economia della nostra regione Puglia. L’ulivo, albero imperante sul nostro terrritorio, è, non a caso, il simbolo del logo della Regione Puglia. La nostra terra cosi’ ricca sotto ogni punto di vista, deve essere una risorsa per ogni cittadino al fine di rilanciare l’economia e l’occupazione, e la Giunta Emiliano in questi anni ha dimostrato il grande impegno in tal senso”.

Hanno partecipato inoltre i professori Nicola Cutino Michele Covelli e la sommelier Cristiana Papazzisis che ha dissertato sulle varietà autoctone dei vini pugliesi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.