Principale Economia & Finanza Crolla Crypto Genesis: presenta istanza di fallimento

Crolla Crypto Genesis: presenta istanza di fallimento

Genesis

Genesis Trading, la piattaforma di scambio di criptovalute ha presentato istanza di fallimento a seguito dei problemi di liquidità della società, innescati lo scorso anno, da due gravi crolli: quello di FTX e dell’hedge fund Three Arrows Capital, nel settore delle crypto. Secondo l’annuncio ufficiale, Genesis Global Holdco e le sue due sussidiarie di prestito, Genesis Global Capital e Genesis Asia Pacific, hanno presentato una petizione volontaria ai sensi del Capitolo 11 in un tribunale di Manhattan. Il Digital Currency Group guidato da Barry Silbert controlla queste società. Tuttavia le altre filiali di Genesis che offrono derivati ​​e trading spot e servizi di custodia, insieme a Genesis Global Trading, non sono incluse nella procedura fallimentare.

Perchè crypto Genesis presenta istanza di fallimento?

Nei documenti di fallimento, si stima che Genesis Global Capital abbia più di 100.000 creditori e abbia passività comprese tra $ 1 miliardo e $ 10 miliardi. Mentre le passività delle altre due società sono stimate rispettivamente nell’ordine di $ 100 milioni e $ 500 milioni. I problemi di Genesis sono iniziati lo scorso anno con il crollo della Three Arrows Capital, e ha ricevuto il colpo finale con la ricaduta di FTX lo scorso novembre, che hanno stimolato un’ondata di richieste di prelievo, superando pertanto, la sua “liquidità attuale”. La società è stata anche costretta a rimborsare 900 milioni di dollari trattenuti in depositi bloccati ricevuti dagli utenti di Gemini Earn. Nel frattempo Alameda è stata parte integrante del fallimento di FTX il cui Ceo, Bankman-Fried, ha ripetutamente negato di essere a conoscenza di attività fraudolente all’interno della sua rete di società, ma non è ancora in grado di fornire una spiegazione sostanziale per il buco multimiliardario. È stato arrestato a dicembre e rilasciato con una cauzione di 250 milioni di dollari prima del processo, che dovrebbe iniziare a ottobre. Tuttavia il Fondo monetario internazionale (FMI) ha recentemente avvertito che le risorse digitali potrebbero rappresentare un rischio per il sistema finanziario se le autorità di regolamentazione non agiranno in fretta e non rafforzeranno la regolamentazione del settore delle criptovalute. Intanto, l’autorità di regolamentazione federale dei titoli statunitensi ha intentato una causa contro Genesis e Gemini per aver offerto titoli non registrati sotto forma di prodotti di prestito di criptovalute. Un’altra piattaforma di prestito di crypto, Nexo, ha recentemente concordato con le autorità di regolamentazione statunitensi pagando una penale totale di $ 46,5 milioni.

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.