Principale Arte, Cultura & Società Sport & Motori Serie A, top e flop della 10ª giornata

Serie A, top e flop della 10ª giornata

Nella decima giornata di Serie A continua la corsa in solitaria del Napoli, seguito da Atalanta e Milan. Pareggio tra Lazio e Udinese mentre vincono Inter e Juventus.

Empoli – Monza 1-0

TOP: Guglielmo Vicario (voto 7)

Altra grande prestazione del portiere dell’Empoli che si conferma uno dei migliori del campionato. Chiude lo specchio in uscita su Gytkjaer e nega il gol del pareggio a D’Alessandro con una gran parata.

Menzione d’onore: Haas, Di Gregorio.

FLOP: Nicolò Rovella (voto 5)

Una buona partita per il centrocampista brianzolo fino al 90′ – nel finale di gara viene espulso per un fallo di reazione inutile, salterà il Milan.

Menzione di (dis)onore: Caldirola.

Torino – Juventus 0-1

TOP: Dusan Vlahovic (voto 7)

In una partita priva di grandi emozioni, la sua grinta e la sua tenacia si fanno sentire tutte nel gol-vittoria. Bravo a sfruttare una delle pochissime palle-gol a sua disposizione.

Menzione d’onore: Milinkovic-Savic, Danilo.

FLOP: Aleksej Miranchuk (voto 5)

Juric è costretto a schierare un tridente leggero con i problemi di Sanabria e Pellegri – il trequartista russo ne soffre, non riuscendo mai a propiziare una giocata positiva negli ultimi 20 metri.

Menzione di (dis)onore: Aina.

Atalanta – Sassuolo 2-1

TOP: Ademola Lookman (voto 7)

Terzo gol consecutivo per il nigeriano, e che gol! Grande inserimento, salta secco Erlic e la mette sotto la traversa. È sempre nel vivo dell’azione nerazzurra – nel primo tempo da sottolineare una grande imbucata non concretizzata da Pasalic.

Menzione d’onore: Soppy, Scalvini.

FLOP: Andrea Pinamonti (voto 5)

L’assenza di Berardi – entrato e uscito nuovamente per infortunio – pesa tanto nel Sassuolo, ma lui probabilmente la sente più di tutti – non riesce mai a superare la pressione dei tre centrali della Dea.

Menzione di (dis)onore: Erlic.

Inter – Salernitana 2-0

TOP: Lautaro Martinez (voto 7)

Si è sbloccato il Toro. Secondo gol consecutivo – complice l’errore di Sepe – dopo quello al Camp Nou. Adesso si ha  la sensazione che possa iniziare a determinare con qualità tutte le partite dei nerazzurri.

Menzione d’onore: Calhanoglu, Barella.

FLOP: Krzysztof Piatek (voto 5)

L’attaccante polacco soffre la fisicità del terzetto difensivo dell’Inter – non riesce ad essere incisivo né in fase d’impostazione né in fase realizzativa.

Menzione di (dis)onore: Mazzocchi.

Lazio – Udinese 0-0

TOP: Marco Silvestri (voto 7)

Tiene il risultato fermo sullo 0-0 con due parate importanti nel primo tempo – la prima su Felipe Anderson in un uno contro uno, la seconda di riflessi sul colpo di testa ravvicinato di Milinkovic-Savic

Menzione d’onore: Zaccagni, Samardzic.

FLOP: Pedro (voto 5,5)

Entra a metà del primo tempo per l’infortunio di Immobile. Non riesce a dare quel guizzo all’attacco biancoceleste – le azioni più importanti non passano quasi ma per i suoi piedi.

Menzione di (dis)onore: Felipe Anderson.

Spezia – Cremonese 2-2

TOP: M’bala Nzola (voto 7)

In casa lo Spezia sembra una squadra diversa e Nzola sembra un attaccante diverso. Si ha la sensazione che possa fare male in ogni occasione con la sua fisicità – suo il gol del momentaneo 1-1 con un bolide sotto la traversa.

Menzione d’onore: Dessers, Holm.

FLOP: Kelvin Amian (voto 5)

Brutta partita del laterale francese, soprattutto nella sua metà campo. Nel primo tempo viene salvato da Dragowski su un errore in marcatura, nel secondo tempo si perde completamente Pickel sul gol del 2-2.

Menzione di (dis)onore: Bianchetti, Gyasi.

Napoli – Bologna 3-2

TOP: Kvicha Kvaratskhelia (voto 7,5)

Il georgiano è di una categoria superiore. – fa quello che vuole, quando vuole, dove vuole. Il gol di Lozano parte da una sua serpentina in mezzo a tre difensori; serve una palla perfetta a Osimhen per il 3-2. Prezioso anche in fase difensiva.

Menzione d’onore: Osimhen, Skorupski.

FLOP: Alex Meret (voto 5)

Una partita da dimenticare al più presto per il portiere azzurro – non perfetto nelle uscite e sul gol di Barrow, dove commette uno dei primi errori stagionali dopo un inizio di campionato super.

Menzione di (dis)onore: Posch.

Verona – Milan 1-2

TOP: Sandro Tonali (voto 7)

Al Bentegodi è una sentenza, segna solo gol decisivi. Importante in fase difensiva e formidabile in fase realizzativa, dove sfrutta alla perfezione un assist al bacio di Rebic.

Menzione d’onore: Thiaw, Leao.

FLOP: Miguel Veloso (voto 5)

Partita insufficiente per il capitano scaligero. Parte malissimo con l’autogol goffo che regala il momentaneo 1-0 ai rossoneri.

Menzione di (dis)onore: Hrustic, Henry.

Sampdoria – Roma 0-1

TOP: Chris Smalling (voto 7)

Ancora una volta il difensore inglese si conferma per distacco il migliore dei giallorossi. Precisissimo in fase difensiva – nell’uno contro uno sembra insuperabile –  e sempre pericoloso sui calci piazzati.

Menzione d’onore: Camara, Pellegrini.

FLOP: Alex Ferrari (voto 4,5)

Serata difficile per Ferrari insieme al compagno di reparto Colley. Dopo 5′ commette fallo di mano per il rigore che risulterà decisivo. Nella ripresa non riesce a stare dietro ad Abraham e si fa imbucare più volte da Zaniolo.

Menzione di (dis)onore: Colley, Djuricic.

Lecce – Fiorentina 1-1

TOP: Assan Ceesay (voto 7)

Terzo gol in Serie A per l’attaccante gambiano. In area di rigore la sua presenza si fa sentire e Igor non riesce mai a stargli dietro. Sfiora altri due gol.

Menzione d’onore: Kouamè, J. Gonzalez.

FLOP: Igor (voto 5)

Altra partita pessima per il centrale della Viola che conferma la parabola discendente in questa stagione. Colpevole più volte nel lasciarsi sfilare da Ceesay, anche e soprattutto in occasione del gol.

Menzione di (dis)onore: Gallo.

Photo credits: eurosport.it

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.