Principale Ambiente & Salute Apmarr Taranto. Osteoporosi: conoscerla per prevenirla

Apmarr Taranto. Osteoporosi: conoscerla per prevenirla

Apmarr Taranto. Osteoporosi: conoscerla per prevenirla

Come ogni anno la sede provinciale di Taranto dell’Apmarr (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare) organizza, in occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi, un pubblico incontro informativo con e per i pazienti e i cittadini, per focalizzare l’attenzione generale dell’opinione pubblica e delle istituzioni su questa patologia poco conosciuta e sottovalutata.

L’evento si svolgerà presso la Sala convegni del Dipartimento di Salute Mentale ASL Taranto (ex ospedale vecchio), in via SS. Annunziata a Taranto, alle ore 17.00 di giovedì 20 ottobre; l’ingresso è libero fino ad esaurimento posti (info 3387113123); l’iniziativa è patrocinata dal CSV Taranto, dall’Ordine dei Medici di Taranto e dall’ASL Taranto.

Dopo l’introduzione di Francesco Riondino, responsabile Apmarr Taranto, relazioneranno il Dott. Felice Sdanganelli, specialista reumatologo, e il Dott. Michele Formoso, specialista Fisiatra; parteciperà all’incontro la Dott.ssa Anna De Florio, Garante provinciale per i diritti delle persone con disabilità.

Grazie alle relazioni dei due esperti specialisti, l’Apmarr Taranto mira ad accrescere la conoscenza su questa patologia silenziosa e sensibilizzare la popolazione sulla prevenzione e la conoscenza di nuove possibilità farmaceutiche; infatti, si avrà l’occasione di conoscere le nuove cure di contrasto all’osteoporosi, come gli anticorpi monoclonali che portano a significativi miglioramenti nei pazienti trattati con tali farmaci.

Annunciando l’evento il responsabile Apmarr Taranto, Francesco Riondino, ha spiegato che «il 20 ottobre si celebra la Giornata mondiale dell’osteoporosi, una malattia molto diffusa a livello globale, si stima che nel nostro Paese colpisca circa 5 milioni di persone, di cui l’80% sono donne in post menopausa.

L’osteoporosi è una malattia caratterizzata da alterazioni del tessuto osseo e compromissione della resistenza dell’osso che predispongono un maggiore rischio di fratture spontanee o indotte da minimi traumi, definite anche come fratture da fragilità. L’osteoporosi rappresenta un’importante causa di disabilità, tanto diffusa quanto sottovalutata, specie tra le persone anziane.

La malattia non ha sintomi evidenti quindi molte persone non sanno di avere l’osteoporosi fino a quando non subiscono una frattura, un evento che può alterare la qualità di vita, causare dolore, disabilità e perdita dell’autonomia: ecco perché è importante prevenire l’osteoporosi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento, grazie!
Inserisci il tuo nome qui, grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.